CONDIVIDI

Filippine: Duterte ordina la demolizione di centinaia di Vespa e moto.

Il presidente filippino Rodrigo Duterte ha ordinato la distruzione di un lotto di oltre 122 veicoli composto per la maggior parte da Vespa, ma anche da alcuni esemplari di Harley Davidson, Triumph e alcune auto di lusso come BMW, Land Rover e Volvo. Secondo il BOC (Bureau of Customs) su tratta di mezzi di contrabbando entrati nel Paese attraverso i porti di Manila, Subic, Cebu e Iloilo. Non è la prima volta che Duterte ordina una simile distruzione. Il Presidente delle Filippine, da sempre contrario alla vendita all’asta di articoli commerciati in modo illegale, ha scelto l’uso della forza contro la criminalità. Il valore complessivo delle moto ammontava a 34,71 milioni di pesos filippini (659,837 dollari).

L’ufficio doganale ha chiarito che questo è un severo avvertimento agli importatori affinché paghino la tassa giusta per le loro importazioni di veicoli, pena la distruzione con un bulldozer. “L’ordine del Presidente è chiaro, inviando un messaggio molto forte ai contrabbandieri per fermare ciò che stanno facendo. Questi trafficanti hanno da tempo imbrogliato il governo e questo deve fermarsi”, ha detto il capo della dogana Lapena, che ha spiegato come i contrabbandieri si travestivano da offerenti durante i legittimi procedimenti di vendita all’asta per recuperare i veicoli sequestrati. A breve la stessa sorte potrebbe essere riservata a decine di auto di lusso (tra cui una McLaren e una Ferrari) al momento sotto sequestro per contenzioso amministrativo.