Paris Jackson
Paris Jackson (Getty Images)

Paris Jackson, la figlia del re del pop Michael Jackson, secondo il sito Tmz, sarebbe stata ricoverata in un ospedale di Los Angeles dopo aver tentato il suicidio. Secondo la fonte americana la causa del gesto sarebbe collegata all’uscita del docufilm riguardante il padre “Leaving Neverland”.

Secondo il sito Tmz, il quale si riporterebbe a fonti certe come famiglia e polizia, la giovane Paris Jackson, 21 anni, figlia dell’icona del pop Michael Jackson sarebbe stata ricoverata in un ospedale di Los Angeles dopo aver tentato nuovamente il suicidio. Il tragico gesto, sempre secondo il tabloid americano, sarebbe da ricondursi all’uscita dello shoccante docufilm “Leaving Neverland“. Due uomini, Wade Robson e James Safechuck, attraverso questo film, denunciano le presunte molestie subite dal re del pop quando erano ancora dei bambini (7 e 10 anni). La giovane, che aveva già tentato il suicidio nel 2013, secondo la notizia riportata da Tmz, ci avrebbe quindi riprovato dopo il lancio del documentario, provando a togliersi la vita tagliandosi le vene. Paris, tuttavia, attraverso i propri social ha smentito la notizia, dicendo: “bugie, bugie, bugie“. La giovane figlia di Jacko, dopo la morte del padre ha condotto una vita travagliata, come da lei stessa raccontato: ha subito una violenza fisica a 14 anni, ha tentato il suicidio, era un’autolesionista e per molto tempo è stata ricoverata in una clinica dello Utah.

Gli effetti del docufilm “Leaving Neverland” e la reazione della famiglia Jackson

Il docufilm presentato in anteprima al Sundance Film Festival, diretto dal regista inglese Dan Reed, si concentra sulle accuse di pedofilia mosse al re del pop Michael Jackson. A seguito della messa in onda su HBO (in Italia sarà disponibile alla visione su canale NOVE martedì e mercoledì), la musica e le apparizioni televisive del iconica pop star sono state boicottate o ritirate dalle piattaforme. Alcune emittenti canadesi e neozelandesi hanno deciso di non trasmettere più musica di Michael Jackson; I Simpson hanno ritirato l’episodio in cui il cantante prestava la propria voce ad un personaggio. Louis Vuitton, nota casa di moda, ha deciso di ritirare tutti gli abiti a tema Jackson presenti all’interno di una collezione. La giovane Paris, nei giorni scorsi aveva difeso a spada tratta il padre ed aveva sostenuto che il cugino Taj Jackson stesse facendo un ottimo lavoro con la campagna di raccolta fondi per produrre un “controfilm”. La 21enne ha infatti affermato: “Taj sta facendo un lavoro perfetto. Pensate davvero che sia possibile cancellare il suo nome? Credete ne abbiano anche una sola possibilità?. Ma c’è dell’altro: insieme ai fratelli Prince Michael Jackson di 21 anni e Prince Michael Jackson II di 17 anni avrebbe intenzione di ingaggiare una battaglia legale contro gli autori e produttori del documentario chiedendo un risarcimento danni pari a 100 milioni di dollari.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori