CONDIVIDI
foto Facebook
foto Facebook

 

 

I fondatori della pagina Facebook della Ferrari avrebbero denunciato la casa di Maranello chiedendo un risarcimento record di 11 milioni di dollari. La vicenda – riferita dall’agenzia Bloomberg – nasce sei anni fa, quando il social network era poco conosciuto e le pagine “aziendali” erano gestite direttamente dai fan. L’allora 15enne Sammy Wasem aprì una pagina dedicata alla Ferrari, che in poco tempo raggiunse un numero di iscritti da capogiro. Nel 2009, la Ferrari l’avrebbe contattato per complimentarsi e al tempo stesso avvertirlo che, per motivi legali, doveva richiedere il controllo della pagina. Per un certo periodo Sammy Wasem e suo padre Oliver avrebbero continuato a gestire i contenuti, finché – circa un anno fa – sarebbero stati nominati dei nuovi amministratori.

A quel punto i Wasem si sarebbero infuriati, citando l’azienda per danni e chiedendo un indennizzo per le 5.500 ore di lavoro non retribuite. La Ferrari, dal canto suo, sostiene che il marchio sia stato usato per scopi commerciali e a fini privati, aggiungendo di non aver ricevuto comunicazioni ufficiali riguardo alla querela.

 

Redazione

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori