CONDIVIDI
(©Getty Images)

Meltdown e Spectre, le due vulnerabilità insite alle CPU di Intel, AMD e ARM, stanno scuotendo l’intera industria informatica. Una vicenda dalle devastanti potenzialità e che interessa il 90% dei dispositivi informatici di tutto il mondo (per ora, a quanto pare, rimangono fuori i device dell’IoT come videocamere e termostati intelligenti).

Una falla di sicurezza mette virtualmente a rischio tutti i computer e i dispositivi mobili e riguarda i processori delle principali aziende – Intel, Arm e Amd – e per gli esperti espone gli utenti al rischio di furto di password e altri dati. Ad evidenziare il problema sono stati i tecnici del Google Project Zero, che hanno informato i costruttori e gli sviluppatori dei sistemi operativi (Microsoft, Apple, Linux).

Secondo l’esperto di sicurezza Raoul Chiesa “la vulnerabilità e’ probabilmente la più grave di questi ultimi anni” e “i rischi riguardano anche l’Internet delle cose, smart tv, auto di nuova generazione tra cui nuovi modelli di Bmw, Audi, Chrysler, Ford, Honda, Mazda, Opel, il settore gaming”, riporta l’agensia Ansa.

Tutti i produttori di hardware stanno correndo ai ripari con aggiornamenti ai sistemi operativi che dovrebbero almeno in parte risolvere il problema, che comunque sembra essere abbastanza complicato da arginare. Non si conosce ancora la portata del problema nel mondo dell’auto, ma le aziende motoristiche provvederanno il prima possibile ad aggiornare i sistemi presenti sui veicoli da loro prodotti.

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori