CONDIVIDI
photo Twitter

Al kartodromo di Rozzano una esplosione dovuta allo scoppio di una caldaia, ha causato momenti di panico e il ferimento di tre persone. La bombola era stipata in una casupola e due persone sarebbero in gravi condizioni.

Erano le 10 del mattino quando l’esplosione ha buttato giù un edificio di un solo piano. Inizialmente si pensava che la causa fosse dovuta ad una bombola di gpl, ma ulteriori accertamenti hanno permesso di risalire alla verità dei fatti. Nello scoppio sono rimaste ustionate tre persone, due delle quali si trovano in condizioni molto gravi. Due uomini sono stati trasportati con un’auto privata alla clinica Humanitas di Rozzano dove al momento si parla di “grado di ustione elevato”. Il terzo, portato in elicottero al Niguarda di Milano, è meno grave nonostante abbia il capo e il volto interamente ustionati e sia ricoverato in rianimazione.

I due feriti più gravi sono il custode del kartodromo, un gambiano di 46 anni, e un suo connazionale che aveva ospitato di 44 anni. Il terzo ferito è il barista della struttura, un italiano di 43 anni.  Sul posto sono intervenuti i Carbinieri e due ambulanze, un’automedica, l’elisoccorso e i vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza l’area da dove si è alzata una colonna di fumo denso.