CONDIVIDI
esplosione bologna
Esplosione Bologna, individuata l’identità della vittima

Esplosione Bologna – È stata identificata la vittima dell’immane disastro avvenuto ieri lungo il tratto di autostrada del raccordo di Casalecchio.

È stata comunicata l’identità della vittima dell’esplosione tremenda avvenuta lungo un tratto dell’Autostrada A14 presso Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna. Si tratta di Andrea Anzolin, 42 anni, da Vicenza e che viveva con la moglie nel comune berico di Agugliaro. L’uomo si trovava a bordo dell’autocisterna contenente un considerevole carico di Gpl. Il mezzo con Anzolin alla guida ha tamponato un tir che lo precedeva, come si può osservare chiaramente dalle immagini estrapolate dalle telecamere di sicurezza a circuito chiuso installate in strada per monitorare la situazione del traffico. Le cause di questo incidente restano però ignote. Non si sa se Anzolin abbia perso il controllo dell’autocisterna per via di un malore oppure a causa di un guasto tecnico. Si trattava comunque di un autista esperto, con un know how di almeno dieci anni al volante di mezzi pesanti.

Esplosione Bologna, la Procura apre un fascicolo

Sull’esplosione di Bologna avvenuta ieri e che oltre alla morte di Anzolin ha causato anche il ferimento di altre 68 persone, la procura del capoluogo emiliano ha anche aperto una inchiesta. C’è infatti un fascicolo per disastro colposo a carico di ignoti. Anzolin era un dipendente della ditta ‘Loro’ di stanza a Lonigo che si occupa della distribuzione di carburante. Intanto il tratto della A14 interessato dall’esplosione ha riaperto, seppure con alcune deviazioni. Il manto stradale è stato letteralmente sventrato dal tremendo botto. Ed il primo ministro, Giuseppe Conte, si è recato in visita ad alcuni feriti ricoverati rispettivamente a Cesena ed a Bologna.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori