CONDIVIDI

Purtroppo, il bilancio dell’emergenza legionella a Bresso nel milanese si è aggravato.

Alle porte della città meneghina, una donna di 94 anni è deceduta mentre martedì era mortoun uomo della stessa età. Non ce l’hanno fatta per le complicanze sopraggiunte dopo aver contratto il batterio. Salgono dunquea 17 i casi di contagio accertati. A confermare la situazione “critica” ci ha pensato in serata  l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera che ha spiegato che è stata attivata una task-force.

“Oggi c’è una situazione critica, un’epidemia di legionella, 17 persone colpite e due morti“, ha detto Gallera a margine del tavolo sulla sicurezza negli ospedali. “Abbiamo avviato da subito una task force per individuare la fonte dell’agente patogeno”, ha sottolineato l’assessore, ricordando alcune importanti precauzioni per evitare il contagio: “Pulire i filtri dei rubinetti, lasciare scorrere l’acqua e aprire le finestre quando si fa una doccia calda e pulire molto bene i bacini d’acqua stagnante, perché la legionella non si trasmette bevendo l’acqua o con il contatto personale, ma per inalazione“.