CONDIVIDI
Elicottero (foto dal web)

Realtà virtuale, navigazione assistita e sensori di nuova generazione sugli elicotteri da soccorso permetteranno ai medici di assistere il paziente già durante il volo

Trasformare l’elicottero da mezzo di soccorso a terapia intensiva mobile, dove il primo soccorso avverrà con gli stessi standard dell’ospedale. I dati clinici del paziente trasmessi via Wi-Fi al casco del medico che li potrà leggerli grazie all’utilizzo della realtà aumentata, connessione 4G con l’ospedale per concordare l’intervento da operare già durante il volo. Questo è ciò che emerge dal primo congresso internazionale “Remote 2018” degli operatori di elisoccorso. L’evento, tenutosi durante le giornate dell’1 e del 2 dicembre, è stato organizzato dalla SIAARTI (Società Italiana di Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva) a Vergiate (Varese) presso lo stabilimento di Leonardo, azienda leader nel mercato degli elicotteri per il soccorso.

Elicotteri da soccorso hi-tech: l’obiettivo è unire tempestività ed alta tecnologia

Emanuele Bufano, ingegnere aerospaziale di Leonardo, ha spiegato che ad oggi la tecnologia a disposizione può permettere un grande sviluppo di un mezzo quale l’elicottero da soccorso ed è proprio per questo motivo che l’azienda per cui lavora ha deciso di iniziare a cooperare con il mondo medico attraverso l’accordo con la SIAARTI. L’obbiettivo: potenziare l’efficacia delle eliambulanze e dei servizi medici a bordo durante il volo. Attraverso la pubblicazione di nuove linee guida, che avverrà nel corso della prossima estate, si definirà un mirato percorso formativo per il personale sanitario che lavora in elicottero, sottolinea durante il congresso Maurizio Menarini, responsabile dell’area di medicina critica e dell’emergenza della società SIAARTI. “Il nostro obiettivo -prosegue Menarini- è definire un modello di elisoccorso simile a una terapia intensiva mobile come un pezzo di ospedale che si sposta sul territorio per affrontare al meglio anche i pazienti più critici, compresi quelli colpiti da patologie tempo-dipendenti, come ictus e infarto, la cui prognosi è strettamente legata alla tempestività dell’intervento“. Questa sinergia tra Leonardo e la SIAARTI potrebbe condurre ad una vera e propria rivoluzione in ambito tecnico-scientifico dove, la tempestività dei soccorsi legata ad una tecnologia avanzata a disposizione dei medici permetterebbe di salvare molte più vite.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori