CONDIVIDI
mamma suicida figlie
Squadre di sommozzatori alla ricerca delle bimbe lasciate dalla mamma suicida

La Procura ha acquisito un video in cui è possibile vedere gli ultimi minuti di vita della donna, Giuseppina Orlando, che pochi giorni fa ha deciso di gettarsi nel Tevere togliendosi la vita e portando via con sé le due figlie neonate.

Giuseppina, con un telo bianco indosso, cammina per le strade ancora buie della Capitale, sono ancora le 6 del mattino. In braccio porta le sue due piccole creature di pochi mesi, Sara e Benedetta. Un uomo originario dell’est Europa di 35 anni, assiste ad una scena terribile: vede la donna salire sul parapetto del ponte e gettarsi di sotto. Non ha il tempo di realizzare quanto accaduto nell’immediato. Passa un quarto d’ora, sono le 6:15 l’uomo arresta il furgone sul quale viaggia e ferma una pattuglia degli agenti della Polizia Municipale raccontandogli ciò che aveva visto.

Scatta subito l’allarme, l’allerta è massima, alle 6:30 una vicina di casa della donna riferisce di aver sentito il marito di Giuseppina esplodere in un pianto disperato

La reazione del marito della donna

Il marito della donna alle 6:30 si sveglia e scopre che la moglie e le due figlie non sono più in casa. Si accorge che la donna non ha portato con sé nulla, neanche il cellulare, ed il suo sesto senso gli suggerisce che deve per forza essere successo qualcosa di molto grave. Francesco scende in strada urlando e ripetendo: “È andata via con le bambine, ora non ho più niente”. Alle 11 si reca presso il commissariato di Polizia ed è chiamato proprio a fare ciò che mai avrebbe potuto immagine: riconoscere il cadavere della moglie. La donna, grazie all’intervento dei sommozzatori della polizia fluviale nonché di un elicottero, è stata ritrovata prova di vita nel Tevere. Delle piccole nessuna traccia, probabilmente secondo i soccorritori i corpicini potrebbero essere finiti sul fondo del fiume oppure essere già arrivati nei pressi di Fiumicino. Una cosa è certa, dal video acquisito dalla Procura della Repubblica che sta indagando sul caso di omicidio-suicidio, si vede la donna avvolta in un telo bianco stringere qualcosa al petto, verosimilmente le sue due figlie.

La storia di Giuseppina: la madre che si è lanciata nel Tevere

Giuseppina si è trasferita da un piccolo centro in provincia di Isernia a Roma per portare avanti una gravidanza, quella delle sue due piccole gemelle, molto difficile sin da principio. Una gemellina morta dopo il parto, le altre due vive per miracolo, essendo nate dopo soli 5 mesi, e con una condizione di salute precaria. E forse questo, lo stress, l’ansia e la paura per la salute delle sue due piccole devono aver definitivamente distrutto l’equilibrio già precario di Giuseppina, tanto da spingerla ad un gesto così folle. Le attenzioni erano rivolte tutte alle piccole, ma forse anche lei avrebbe avuto bisogno di aiuto. Il marito si rimprovera, si rammarica, per non aver scorto neanche il ben che minimo segno di cedimento nella moglie.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori