CONDIVIDI
Rupert Stadler, CEO Audi (©Getty Images)

Dieselgate | Arrestato boss Audi per rischio occultamento

E’ stato arrestato dalla polizia, questo lunedì mattina, nella sua casa di Ingolstadt, Germania, il CEO di Audi Rupert Stadler. Lo ha reso noto l’ufficio del pubblico ministero di Monaco che, a fine maggio, aveva accusato il dirigente e un altro membro del comitato esecutivo, di frode.

Le ragioni della messa in stato di fermo, il rischio di occultamento delle prove. Il manager è indagato nell’ambito del Dieselgate, lo scandalo sui motori diesel e la falsificazione delle emissioni svelato nel 2014 in seguito ad uno studio di una società americana no profit che evidenziò una differenza anomala tra i dati rilevati durante i test di omologazione e quelli verificati su strada, non solo per quanto concerne i veicoli della Casa dei quattro anelli, ma soprattutto per quelli Volkswagen.

All’inizio di giugno l’agenzia federale dell’auto aveva ordinato il richiamo di 60.000 Audi A6 e A7 dopo la scoperta di dispositivi illeciti che falsificavano i livelli di emissione e il mese scorso gli inquirenti avevano ordinato delle perquisizioni sui luoghi di lavoro e nei domicili dei sospettati, mentre appena una settimana fa Volkswagen aveva accettato di pagare la sanzione da 1 miliardo di euro decisa dalla procura di Stato di Braunschweig riconoscendo le proprie responsabilità. I guai per i due importanti brand però non sono finiti. Coinvolgendo l’indagine ben 55 Paesi con capo d’accusa anche la manipolazione del mercato azionario, i miliardi di euro da sborsare avrebbero raggiunto quota 27.

Stadler occupa il ruolo di direttore generale di Audi dal 2007 . Nel 2010 era invece entrato a far parte del consiglio d’amministrazione di Volkswagen. È il settimo top manager del gruppo ad essere stato arrestato da quando è scoppiato il caso. Dichiaratosi sempre estraneo ai fatti, il boss non solo è stato difeso dal suo brand, ma gli è stato altresì esteso il contratto di collaborazione per altri 5 anni.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori