Violenza Sessuale donna
(foto dal web)

Una 27enne ha denunciato il marito alla Polizia di Rimini raccontando agli agenti di presunti maltrattamenti subiti e del comportamento del coniuge che, a suo dire, sarebbe “malato di sesso”.

Una donna sudamericana di 27 anni si è recata nei giorni scorsi si è recata in Questura a Rimini per denunciare il marito, un imprenditore riminese di 52 anni. Secondo quanto riportato dalla redazione de Il Resto del Carlino, la donna avrebbe raccontato agli agenti che il marito sarebbe “malato di sesso”. La 27enne avrebbe, inoltre, denunciato alcuni maltrattamenti ai suoi danni da parte del marito spiegando di temere per la sua incolumità. Adesso sul caso sta indagando la Polizia, coordinata dalla Procura della Repubblica, e l’uomo sarebbe già indagato per maltrattamenti in famiglia.

Donna denuncia il marito alla Polizia: “È malato di sesso, temo per la mia incolumità”

Una storia agghiacciante quella raccontata da una donna sudamericana di 27 anni che nei giorni scorsi ha denunciato il marito alla Questura di Rimini. Secondo il racconto della donna, riportato dalla redazione de Il Resto del Carlino, la donna avrebbe sporto denuncia contro il coniuge, un imprenditore riminese di 52 anni, perché sarebbe “malato di sesso”. “Mi maltratta, mi considera di sua proprietà – ha spiegato la ragazza- e mi rimprovera per qualsiasi cosa. Mi dice che non so cucinare, che sono un’inetta come madre e moglie, ma soprattutto vuole fare sempre sesso. Quando mi rifiuto, mi insulta, mi rincorre, nudo, per casa, incurante della presenza di nostra figlia. Spesso l’ho sorpreso a fare autoerotismo nella stessa stanza in cui si trovava la nostra bambina. Temo per la mia incolumità, lui sta diventando sempre più aggressivo“. La ragazza che avrebbe già avviato le pratiche per la separazione ha spiegato inoltre agli agenti mostrando delle foto che aveva scattato in casa: “Non mi fa più vivere, è ossessionato dal sesso. Mi insulta, mi tratta male, gira costantemente nudo per casa, incurante che ci sia nostra figlia minorenne. Anzi, più volte ha praticato autoerotismo con lei, una bambina, nella stessa stanza. Non posso più continuare così, mi ha preso per la sua schiava e serva. Ecco perché l’ho fotografato. L’ho fatto perché voi capiate in che inferno sono costretta a vivere fino a quando non riuscirò a separarmi. Ho scattato queste immagini per dare ancora più forza alle mie parole, non mi sono inventata niente, è tutto vero, è tutto in queste foto“. Adesso la Procura della Repubblica sta cercando di ricostruire la vicenda ed il 52enne risulterebbe già indagato per maltrattamenti in famiglia.

Leggi anche —> Schianto a 220 km/h dopo la diretta Facebook: il racconto della madre

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore