CONDIVIDI
Smog auto
Getty Images

Dal 1° ottobre stop alla circolazione di 3 milioni di veicoli

Da lunedì 1° ottobre scattano le normative volte a ridurre l’inquinamento atmosferico attraverso la limitazione della circolazione per le auto più inquinanti. Fino al 31 marzo 2019 in Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna non sarà permesso circolare ai veicoli diesel omologati Euro 3, così come per i già “stoppati” Euro 0 (benzina e diesel) ed Euro 1 ed Euro 2 diesel.

Il divieto vale per i centri urbani con oltre 30.000 abitanti e le cui amministrazioni hanno varato la necessaria delibera con il relativo regolamento. Alla vigilia del dvieto sono ancora molti i comuni in cui non sono stati presi provvedimenti in tal senso. Complessivamente i veicoli coinvolti sono circa 2.260.000 auto e 700 mila veicoli commerciali leggeri. Ci sono comunque delle esenzioni, per i medici, i commercianti ambulanti, i lavoratori che devono prendere servizio in orari in cui non ci sono mezzi pubblici.

L’Emilia-Romagna ha deciso di estendere subito il divieto anche agli Euro 4. Nelle altre regioni invece la circolazione degli Euro 4 sarà limitata solo dall’ottobre del 2020, e quella degli Euro 5 dal 2025. Il Codice della strada prevede multe da 163 a 658 euro per chi circola con veicoli soggetti a limitazione del traffico senza autorizzazione: potete verificare la classe ambientale del vostro veicolo su Il Portale dell’Automobilista.

In Lombardia i diesel Euro 3 non potranno circolare nei giorni feriali tra le 7:30 e le 19:30 in 214 comuni: Varese, Lecco, Vigevano, Legnano, Abbiategrasso, S. Giuliano Milanese e questi altri. Solo a Milano, scrive il Corriere della Sera, saranno coinvolte 32.500 automobili e 12.500 furgoni.

In Emilia-Romagna non potranno circolare i veicoli diesel fino a Euro 4 nei giorni feriali dalle 8:30 alle 18:30 in tutti i comuni con più di 30.000 abitanti e in quelli del cosiddetto “agglomerato urbano” di Bologna: Argelato, Calderara di Reno, Casalecchio di Reno, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell’Emilia, Ozzano dell’Emilia, Pianoro, San Lazzaro di Savena e Zola Predosa. A ottobre dovrebbe partire un programma di incentivi per le piccole e medie imprese per la rottamazione dei veicoli diesel soggetti a limitazioni e l’acquisto di veicoli ibridi, elettrici, a metano o gpl.

In Veneto, dove un piano di incentivi per la sostituzione dell’auto è già partito, il blocco sarà valido nei giorni feriali dalle 8:30 alle 18:30 nei comuni sopra i 30.000 abitanti, così come in Piemonte.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News