(foto dal web)

Un uomo di 42 anni è stato ucciso con una coltellata dopo essersi introdotto nella proprietà della ex fidanzata a Cusano Milanino (Milano). Ad uccidere l’uomo sarebbe stato l’attuale compagno della donna.

Nella mattinata di ieri, sabato 26 maggio, un uomo di 42 anni è stato accoltellato a morte in una villetta a Cusano Milanino, comune in provincia di Milano, in via Buffoli 3. La vittima, Giuseppe Alessio detto Peppe, sarebbe stata raggiunta al fianco da un colpo sferrato con un fendente nella villetta in cui vive la sua ex fidanzata. Ad uccidere l’uomo, secondo una prima ricostruzione riportata dalla redazione de Il Corriere della Sera, sarebbe stato il compagno dell’ex fidanzata che lo avrebbe sorpreso nel cortile interno della proprietà. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 che hanno trasportato il 43enne in ospedale, dove è morto poche ore dopo.

Cusano, entra nella villa dell’ex fidanzata, l’attuale compagno della donna lo accoltella a morte

È finita in tragedia una lite scoppiata tra due rivali in amore intorno alle 11 di ieri, sabato 26 maggio, in una lussuosa villa di Cusano Milanino, comune in provincia di Milano. La sfarzosa proprietà sita in via Buffoli, una delle zone più ambite della zona, al civico 3 è di proprietà di Sara Barbieri, 42enne ricca ereditiera di un imprenditore scomparso da poco tempo. L’ex fidanzato della donna, Giuseppe Alessio detto Peppe di 42 anni, secondo una prima ricostruzione effettuata dagli inquirenti, ieri si era introdotto nella villa probabilmente perché non accettava la fine della loro relazione, ma ad aspettarlo c’era l’attuale compagno della Barbieri, Paolo Minolfi, tassista di 37 anni di Paderno Dugnano (Milano). I due litigano, ma il 37enne avrebbe avuto con sé un coltello e ferito il rivale con un colpo al fianco. Sul posto arriva immediatamente il personale medico del 118, allarmato dallo stesso Minolfi, che cerca di rianimare il 42enne e lo trasporta presso l’ospedale Niguarda di Milano, dove morirà poche ore dopo. Sul posto anche i carabinieri, i quali stanno indagando sul caso e dopo alcune ore, secondo il Corriere della Sera, hanno formalizzato il fermo del tassista che è stato accompagnato al carcere di via Sanquirico, a Monza con l’accusa di omicidio volontario.

Leggi anche —> Muore per un tumore, il fidanzato: “Ti amo, ti sto per raggiungere”

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore