CONDIVIDI
cristiano ronaldo stupro
Guai per Cristiano Ronaldo, alle prese con la vicenda del presunto stupro

La vicenda del presunto stupro che coinvolgerebbe Cristiano Ronaldo non accenna a placarsi: ora interviene anche la famiglia dello juventino.

Cristiano Ronaldo si trova al centro delle attenzioni mediatiche di tutto il mondo. Questa volta però non per l’ennesima giocata strabiliante o per un altro trofeo conquistato. Il portoghese si trova implicato in una presunta vicenda di stupro che sarebbe avvenuta 9 anni e 3 mesi fa in un albergo di Las Vegas, negli Stati Uniti. La sua accusatrice si chiama Kathryn Mayorga ed ai tempi lavorava nella struttura un qualità di cameriera. Sulla cosa sta indagando la polizia del Nevada, che ha ripreso le indagini dopo averle chiuso una prima volta tempo dopo l’apertura dell’inchiesta originaria. Risulta infatti che la presunta vittima avesse denunciato quanto subito già all’indomani dell’accaduto, nel 2009. Ma tutto si concluse senza alcun procedimento nei confronti di Cristiano Ronaldo. Adesso però è spuntato fuori un accordo privato scritto per il quale l’attaccante della Juventus avrebbe versato alla Mayorga 330mila euro per comprarne il silenzio ed impedire che la storia divenisse di dominio pubblico.

LEGGI ANCHE –> Cristiano Ronaldo stupro, come è nata la vicenda

Cristiano Ronaldo stupro, la famiglia ed i fan non ci credono

Ma la donna avrebbe dovuto sottostare anche ad una serie di clausole, come ad esempio il non parlare della questione di questo presunto stupro con nessuno, neppure con i suoi familiari o con uno psicoterapeuta. Il documento è stato pubblicato dal tedesco ‘Der Spiegel’ nei giorni scorsi, ed ora le forze dell’ordine statunitensi hanno aperto una nuova indagine. Nel frattempo però non mancano coloro che prendono le difese di CR7. Si tratta della madre Dolores e della sorella Katia, che hanno postato dei messaggi sui social network con i quali intendono fare forza al portoghese della Juventus. Ronaldo appare in versione Superman, a testimoniare di come sia più forte di tutto e tutti. Lui si è proclamato innocente e ha definito lo stupro “Quanto di più lontano ci sia dai miei principi”. Ed i fan non lo abbandonano. Ma intanto la polizia indaga.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Quero ver quem tem coragem de pôr esta foto no perfil por uma semana e fazer uma corrente por ele…POR PORTUGAL ,POR ELE ,PELOS NOSSOS ,PELA UNIÃO DO POVO ….PELA JUSTIÇA 🇵🇹🇵🇹🇵🇹🇵🇹 ELE MERECE. #ronaldoestamoscontigoatéaofim #justiçacr7 #nãoporqueémeuirmãmasporqueelemereceonossoapoio #deusnuncafalha #deusnocomando🙏

Un post condiviso da Katia Aveiro (@katiaaveirooficial) in data:

 

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News