Una manifestazione contro la Lega a Milano
Una manifestazione contro la Lega a Milano (Getty Images)

Alcuni studenti di Milano si sono riuniti presso Largo Cairoli per manifestare contro la linea di Governo leghista. Durante la manifestazione degli studenti hanno incendiato un manichino di Salvini

A Milano, nel corso di una manifestazione contro la politica anti immigrazione del Governo gialloverde, alcuni studenti hanno dato fuoco ad un manichino con il volto del ministro dell’Interno e leader della Lega, Matteo Salvini. Al gesto dei manifestanti il vice premier ha risposto attraverso il social network Twitter.

Il manichino di Matteo Salvini bruciato a Milano – VIDEO

Nella mattinata, intorno alle ore 9:30 molti studenti milanesi si sono riuniti in Largo Cairoli per un corteo di protesta contro il Governo ed il leader della Lega, nonché vice premier, Matteo Salvini. Il corteo, il cui slogan principale è stato “Siamo tutti clandestini” ha sfilato per alcune vie del centro del capoluogo lombardo ed alcuni partecipanti indossavano il gilet giallo per solidarietà ai francesi che hanno protestato durante le scorse settimane. La manifestazione è stata organizzata da Rete Studenti Milano e Casc Lambrate ed intitolata “Disobbedire alle leggi ingiuste, conquistare diritti, scavalcare le frontiere”. Durante il corteo, alcuni studenti in piazza Cardusio, hanno dato fuoco ad un manichino che riproduceva il leader del Carroccio Matteo Salvini. Le immagini riprese da alcuni presenti sono finite sul web e la risposta del ministro dell’Interno Matteo Salvini non si è fatta attendere. La replica al gesto degli studenti milanesi è arrivata attraverso un post pubblicato su Twitter in cui Salvini ha scritto: “Un bel Corteo anti-Salvini, ‘Siamo tutti clandestini’, rigorosamente di venerdì, ormai una tradizione”. Non è il primo episodio di questo genere che si verifica negli ultimi tempi. Il 16 novembre scorso a Roma, durante una protesta contro i disagi del settore scolastico che ha visto cortei in oltre 70 piazze italiane, alcuni manifestanti hanno appeso con un cappio al collo al ponte Sublicio un manichino con le fattezze del vice premier. Il manichino nella Capitale è stato poi sequestrato dalle forze dell’Ordine intervenute sul posto.

Leggi anche —> La nuova campagna della Lega di Salvini “Lui non ci sarà”

 

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore