CONDIVIDI
ristorante
due giovani ‘portoghesi’ provano ad andare via dal ristorante senza pagare. E falliscono

Il proprietario di un ristorante rintraccia due giovani che credevano di averla fatta franca: “Venite subito a saldare o lo dico ai vostri genitori”.

Una vicenda tanto divertente quanto surreale è accaduta in un ristorante di Quartu Sant’Elena, in provincia di Cagliari. I proprietari del locale ‘Koko’ si sono serviti delle immagini estrapolate dalle telecamere del circuito chiuso di sicurezza per rendere pubblici, sulla propria pagina Facebook, i volti di due ragazzini che avevano consumato una lauta cena a base di pesce. Peccato però che alla fine si fossero dileguati senza pagare il conto. Ma i proprietari non si sono scoraggiati e hanno estrapolato i fotogrammi dei due giovani furboni, servendosi poi di Facebook per rintracciarli. “Non so che educazione abbiate ricevuto dai vostri genitori e mi spiace molto per loro, ma se non volete che mandiamo queste immagini in alta qualità alla Polizia postale e ricevere la conseguente denuncia a casa, siete pregati di venire a saldare il vostro conto”. Questo è il messaggio che il ristorante ‘Koko’ ha reso noto sul famoso social network.

Cenano e poi fuggono dal ristorante senza pagare: trovati!

Il fatto è accaduto venerdì scorso, di sera. Entrambi i giovani vestivano con maglietta nera e calzoncini corti. Dopo aver consumato il loro lauto pasto, hanno atteso che i camerieri si distraessero per dileguarsi. Peccato per loro che a fine serata i conti non tornassero. Come ogni giorno, alla chiusura, il proprietario compie infatti un resoconto dettagliato. E subito si è precipitato a visualizzare le immagini delle telecamere di sicurezza, accorgendosi di quanto fosse successo. Ha così ricavato un fermo immagine, in cui i volti dei due ‘colpevoli’ sono stati oscurati. E poi è scattato l’avvertimento a mezzo social.

È bastato pochissimo affinché i due tornassero per saldare. Lo stesso proprietario, a ‘L’Unione Sarda’, li ha perdonati, dicendo che i due hanno compreso i propri sbagli. “Mi hanno detto che avevano dimenticato a casa il portafogli e che la cosa li aveva spaventati. Così se la sono battuta pensando di evitare la cosa. Avrebbero potuto dircelo, alla fine ho chiesto loro la simbolica cifra di 20 euro”.

Segui le nostre notizie anche su Google news.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori