CONDIVIDI
foto dal web
Cambio pneumatici invernali 15 novembre 2018

La data prevista come termine ultimo per il cambio pneumatici estivi/invernali è ormai alle porte, infatti siamo tutti obbligati dal 15 novembre 2018 al fatidico cambio gomme.
Con l’arrivo della stagione invernale gran parte degli automobilisti italiani si prepara ad un cambiamento di rito: la sostituzione delle gomme delle loro vettura con gli pneumatici invernali. Onde evitare il rischio di incorrere in incidenti e di vedersi comminare multe pesanti, tutti gli automobilisti dovrebbero tener ben presente la normativa che riguarda le gomme invernali.

La normativa sui dispositivi invernali

I cartelli stradali di riferimento sono due. Partiamo da quello della ruota catenata su fondo blu. Questo segnale obbliga chi è alla guida, dal punto dov’è installato, a montare pneumatici invernali o, in alternativa, catene da neve (secondo il Codice della Strada, tale obbligo va rispettato indipendentemente dalla presenza di neve sulla strada o meno: spetta al cantoniere rimuoverlo una volta che l’asfalto è diventato pulito. Ma va da sé che le Forze dell’ordine multeranno l’automobilista inadempiente solo in presenza di cartello e neve).

Le sanzioni

Per chi non rispetta il cartello in questione, la multa in città (situazione rara) può variare da 41 a 168 euro (art. 7 del Codice della Strada), mentre fuori città sale da 84 fino a 335 euro (art. 6), a queste si aggiungano dalla prevista perdita di 3 punti patente al blocco del mezzo fino ad avvenuta dotazione dei necessari dispositivi.

verifica gomme invernali
photo web

Il periodo di obbligatorietà

Dal 2010, inoltre, la legge consente agli enti proprietari o gestori delle strade di prescrivere, tramite apposita ordinanza, “che i veicoli siano muniti, ovvero abbiano a bordo, mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio”. Il Ministero dei Trasporti ha poi chiarito che il periodo di riferimento per l’obbligo di “impiego stagionale” degli pneumatici invernali (M+S) o delle catene a bordo va dal 15 novembre al 15 aprile (in determinate località con climi più rigidi talvolta scatta anche dal 15 ottobre).

Pneumatico M+S
photo web

Il cartello in questione è rettangolare e presenta una scritta bianca nello spazio interno (quella nera indica invece il periodo dell’anno), mentre il fondo è blu per le normali strade urbane ed extraurbane e verde in autostrada.

Cartello Obbligo Catene
photo web

Le sanzioni per l’automobilista, come visto, sono abbastanza salate. Vale dunque la pena, soprattutto per la nostra sicurezza, prestare la dovuta attenzione ed adeguarci per tempo a questa normativa.

 

 

Gomme estive, invernali, 4 stagioni: tutte le informazioni utili

Montare le gomme più adatte al periodo dell’anno e alla vostra macchina è una precauzione fondamentale per ridurre al minimo il rischio di incidenti, soprattutto in condizioni estreme di freddo o di caldo, ricordandovi sempre di controllare almeno una volta al mese la pressione dei pneumatici.

Gomme invernali ed estive

Tre sono le principali versioni di gomme: le invernali, le estive e le four season. Le gomme invernali hanno una mescola del battistrada che si mantiene elastica anche alle basse temperature, garantendo così una migliore aderenza; inoltre il disegno del battistrada è caratterizzato da lamelle che si aggrappano alla neve. Secondo il Codice della strada (art. 122 del Regolamento) le catene e i pneumatici invernali sono equivalenti, ma badate che le gomme invernali siano marcate con il simbolo M+S (Mud+Snow, fango e neve) e il “fiocco di neve”. Per maggiori informazioni sulle gomme invernali leggi QUI.

Gli pneumatici estivi sono più adatti ad affrontare un clima tendenzialmente asciutto, ma con possibilità di pioggia, e temperature generalmente sopra i 15°C. La mescola degli pneumatici estivi è relativamente più dura rispetto agli invernali. Gli estivi sono poi provvisti di tre scanalature longitudinali che raccolgono l’acqua per espellerla attraverso le scanalature trasversali ed evitare il pericolo di aquaplaning. Per maggiori informazioni sulle gomme estive leggi QUI.

Catene da neve

Le catene da neve sono un dispositivo d’emergenza da montare quando non si dispone di gomme termiche, quando le ruote slittano e non si riesce più ad avanzare, ma non prima. Le catene servono soltanto a trarsi d’impaccio in presenza di ghiaccio, in situazioni di alto innevamento o su forte pendenza, anche quando si è dotati di gomme invernali. badate che vanno applicate solo alle ruote motrici, davanti sulle auto a trazione anteriore, dietro sulle auto a trazione posteriore e su tutte le ruote per le auto 4×4 a trazione integrale. Per maggiori informazioni su come montare le catene da neve leggi QUI. Circolare senza avere a bordo le catene da neve nelle strade in cui ciò è prescritto e per i periodi indicati, comporta una multa da € 39,00 a € 159,00 o da € 80,00 a € 318,00, rispettivamente per le infrazioni commesse dentro o fuori i centri abitati.

Per essere sempre aggiornato sulle ultime notizie di motori, Motorsport e altro seguici su >>> Google News.

Gomme 4 stagioni

Per chi preferisce non essere costretto a cambiare le gomme estive con quelle invernali e viceversa esistono le gomme quattro stagioni. Per quanto riguarda la loro struttura, di solito viene utilizzata una mescola estiva cui viene abbinato un disegno del battistrada invernale, o viceversa. Anche per gli pneumatici 4 stagioni viene utilizzata la marchiatura M+S o, in alternativa, quella M&S. Infine, è importante ricordare che il codice stradale riconosce come pneumatici in grado di sostituire le catene da neve solo quelli che riportano la sigla M+S e M&S. Per maggiori informazioni sulle gomme “four season” leggi QUI.

Per essere sempre aggiornato sulle ultime notizie di motori, Motorsport e altro seguici su >>> Google News.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori