CONDIVIDI
yara e bossetti
(websource)

Il giallo di Brembate ha lasciato un amaro in bocca a tutti per la terribile morte della piccola Yara. La storia della ragazzina  scomparsa nel nulla il 26 Novembre 2016 a Brembate di Sopra e poi ritrovata morta in un campo di Chignolo D’Isola.

In tanti si chiedono se Massimo Giuseppe Bossetti sia il vero assassino della piccola Yara, la ginnasta di 13 anni, uccisa brutalmente. La corte di Cassazione ha condannato poi in via definitiva all’ergastolo il muratore di Mapello.

 

La moglie di Bossetti, Marita Comi, ha sempre ritenuto il marito innocente:“Massimo è innocente, ed è quello che ripeto ai nostri figli. Lo conosco da quando eravamo ragazzi e so che non mente”

Marita, in lacrime ha ammesso:“Ho dei figli che stanno crescendo, se non fossi convinta della sua estraneità ALL’ASSASSINIO della piccola Yara, non sarei certo rimasta con lui. Osserva gli altri detenuti, e mi dice che molti di quelli colpevoli alla fine si rassegnano e iniziano un percorso di ricostruzione. Invece Massimo non ci riesce, perché è innocente e quindi non accetta la privazione della sua libertà”.

La verità è questa? Solo Bossetti lo sa e vedremo se un giorno deciderà di dire tutta la verità senza omettere nulla

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori