CONDIVIDI
Marines USA (©Getty Images)

Ottenere un lavoro dopo aver lasciato il corpo dei Marines a volte è più facile a dirsi che a farsi. Alcune case automobilistiche, come Ford, GM e Toyota, hanno già stanziato dei corsi di formazione professionale o di assunzione per rendere più facile la transizione e ora è il turno della BMW.

Insieme all’Istituto Tecnico Universale, BMW ha aperto una scuola di addestramento professionale per i Marines statunitensi a Camp Pendleton, denominata MSTEP. Un programma di formazione di 16 settimane che inizeràa il 26 febbraio, con un gruppo pilota di nove “studenti”. Dopo essersi diplomati al programma, BMW li aiuterà a trovare lavoro presso i propri concessionari. Ci sono già più di 14.000 tecnici BMW negli Stati Uniti, ma c’è bisogno di più tecnici addestrati dall’azienda.

“BMW è onorata di lavorare con il Corpo dei Marines e di aiutare i membri del servizio a offrire grandi opportunità professionali per supportare la transizione verso la vita civile”, ha dichiarato Bernard Kuhnt, Presidente e CEO di BMW del Nord America. “Le competenze che questi uomini e donne porteranno ai nostri concessionari sono inestimabili: oltre al loro spirito e alla loro disciplina incrollabili, molti sono già altamente specializzati in alcune delle tecnologie più sofisticate, dando loro tutte le basi giuste per una carriera automobilistica di successo”.

L’impegno di Ford, GM e Toyota

Il gruppo tedesco non è il solo a dedicare programmi di lavoro e formazione ai marines. Sul sito Ford, alla voce “carriere”, si legge: “Ford Motor Company è un datore di lavoro di pari opportunità impegnato in una forza lavoro culturalmente diversificata. Tutti i candidati qualificati riceveranno la considerazione per l’impiego senza riguardo per razza, religione, colore, età, sesso, origine nazionale, orientamento sessuale, identità di genere, stato di disabilità o status di veterano protetto. Ford Motor Company si impegna inoltre a intraprendere azioni positive per assumere e far avanzare tali persone”.

General Motors ha invece lanciato uno speciale corso di formazione chiamato Shifting Gears, una partnership tra GM, US Army e Raytheon Professional Services. Consiste di 12 settimane di formazione tecnica in aula, online e pratica che fornisce ai Soldati idonei la transizione fuori dall’esercito con le competenze necessarie per diventare tecnici dell’assistenza presso i concessionari GM.

Toyota, invece, da anni collabora con la fondazione Hiring Our Heroes con l’obiettivo di reintegrare i militari verso la società civile. A partire da maggio 2017 oltre 500 concessionari Toyota qualche migliaio di veterani e coniugi attraverso la loro partnership con Hiring Our Heroes. Un esempio dell’impegno aziendale di Toyota è nello stabilimento di produzione di San Antonio, in Texas, dove si producono tantissimi camion che richiedono una manutenzione costante e le mani esperte sono fondamentali per aiutare a mantenere le operazioni. In effetti, il 25% del team di manutenzione qualificato di questo impianto di produzione è composto da veterani.

Luigi Ciamburro