CONDIVIDI
Bimbo ucciso
(websource)

Tragedia negli Stati Uniti, nel Wisconsin: bimbo ucciso da una ragazzina di dieci anni in un asilo nido, il piccolo aveva solamente sei mesi

Tragedia assurda, quella avvenuta lo scorso 30 ottobre, a Chippewa, nel Wisconsin. In un asilo nido, un bimbo di appena sei mesi, il piccolo Jaxon Liedl, è stato ucciso da una bambina di 10 anni. La piccola lo avrebbe preso a calci e poi calpestato ripetutamente. La bambina si trovava nella stessa struttura che ospitava l’asilo nido, dopo che un giudice aveva tolto la custodia ai genitori naturali. Ha sempre sostenuto, in questi giorni, di aver preso in braccio il piccolo Jaxon e che questi le sia caduto accidentalmente, ma l’accusa la vede diversamente. Secondo la legge del Wisconsin, 10 anni è un’età sufficiente per essere processata come una persona adulta, vista la gravità dell’accaduto.

Sconvolto Nate Liedl, padre del piccolo Jaxon, che in un’intervista a ‘People’ si lascia andare a tutto il suo dolore. “Quella bambina va processata come un’adulta – ha dichiarato – Volevo vederla negli occhi e farle capire che c’è gente che sta soffrendo per le sue azioni”. La responsabilità legale della bambina accusata dell’omicidio era di una responsabile dell’asilo nido, che avrebbe dovuto vigilare su Jaxon. “La colpa non è di quella donna – ha dichiarato Nate – Anche se la processeranno come un’adulta, credo avrà una pena tale da potersi tranquillamente rifare una vita. Nessuno, invece, mi ridarà mio figlio”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori