CONDIVIDI
foto dal web

Beccato dall’autovelox a 914 km/h: paga multa e ricorso

Non solo la beffa ma anche il danno. O viceversa. Un automobilista belga si è visto recapitare una multa dopo che l’autovelox ha registrato una velocità di 914 km/h su un tratto do strada in cui il limite è fissato a 70 km/h.

914? Esattamente, forse dimenticando che anche le migliori hypercar al mondo non arrivano a certi numero. Ad esempio la Koenigsegg One:1 raggiunge quota 485 km/h, ma non era certo la vettura a disposizione dell’automobilista in questione. Anche se l’errore è evidente il malcapitato dovrà affrontare una doppia spesa. Oltre al danno, la beffa: l’uomo, che si è visto recapitare una multa per eccesso di velocità, ora dovrà pagare anche le spese per il ricorso legale.

L’automobilista di nome Luc ha riconosciuto di aver percorso quella strada al di sopra del limite, ma di certo non può aver viaggiato alla velocità indicata dal radar. Oltre alla beffa dei 96 euro per la multa per eccesso di velocità, ne ha spesi quasi 1500 per l’azione legale. Luc ora vorrebbe che quelle spese fossero rimborsate, ma non sarà una battaglia facile. Anzi, difficilmente lo Stato pagherà queste spese e non è la prima volta che accade in Belgio, dove più volte gli autovelox hanno dato i numeri, questi sì, oltre i limiti della velocità e della realtà.

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori