CONDIVIDI

Battaglia legale Dainese vs Alpinestars: in Germania arriva la sentenza

La battaglia legale tra Dainese e Alpinestars per la presunta violazione di alcuni brevetti relativi a gilet con airbag arriva ad un nuovo capitolo. Il 7 febbraio, la Corte d’Appello di Monaco di Baviera ha respinto un ricorso di Alpinestars per quanto riguarda la violazione dei brevetti EP2412257B1 che aveva precedentemente registrato Dainese, per preservare la proprietà intellettuale della progettazione interna di un tubo gonfiabile nascosto nella tasca del suo giubbotto con airbag.

Dopo la prima denuncia presentata da Dainese, tre anni fa, il Tribunale federale dei brevetti tedesco ha stabilito in agosto 2017 che Alpinestars aveva violato il brevetto (il design di questo tubo) nei loro giubbotti Tech-Air. Il marchio della stella ha presentato un ricorso in base alla consapevolezza che il suo design non era legato a questo brevetto. Ora è stata la Corte d’Appello di Monaco a respingere questo appello e ha dato di nuovo ragione a Dainese.

Questa decisione impedisce ad Alpinestars di continuare a vendere in Germania giubbotti Tech-Air Via Airbag Gilet e Tech-Air Racing Airbag, costringendoli a rimuovere tutti i prodotti consegnati ai suoi distributori dal 1° luglio 2015 e che non sono ancora stati venduti. Inoltre, Alpinestars dovrà erogare un importo economico ancora da determinare a beneficio di Dainese come compensazione per la vendita di questi giubbotti a partire dal 1° luglio 2015.

La risposta di Alpinestars

Da Alpinestars, nel frattempo, hanno risposto a tutte questa controversia attraverso un comunicato stampa in cui ribadisce che non c’è stata nessuna violazione di brevetto e che ogni parte della tecnologia Tech-Air è “totalmente esclusiva di Alpinestars e questa sentenza è limitata al solo territorio della Germania. Non ha alcuna relazione con nessun altro territorio in Europa o nel mercato globale in cui Tech-Air è disponibile in tutta la rete di distributori Alpinestars”.

Il marchio italiano ricorda nel suo comunicato stampa che Dainese ha depositato negli ultimi quattro anni fino a tre reclami relativi alla presunta violazione dei suoi brevetti da parte di Alpinestars, due dei quali erano già stati respinti dall’Ufficio europeo dei brevetti (dicembre 2016) e il Tribunale federale dei brevetti di Germania (maggio 2018). Per ora, la multinazionale di Asolo ha annunciato che studierà “i dettagli della sentenza prima di prendere una decisione sui prossimi passi “, lasciando nell’aria la presentazione di un possibile ricorso dinanzi alla Corte federale di giustizia della Germania.

Ironia della sorte, la battaglia legale sembra rispecchiare un po’ la battaglia in pista tra due grandi campioni: Valentino Rossi veste una tuta Dainese, Marc Marquez indossa una tuta Alpinestars…

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori