CONDIVIDI

Le auto senza chiavi hanno ucciso 28 persone in meno di 12 anni.

Dal 2006 ad oggi le auto senza chiavi avrebbero ucciso già 28 persone e 45 intossicazioni. Secondo un’inchiesta pubblicata dal ‘New York Times’, la causa è da addebitarsi al monossido di carbonio emesso dai veicoli dotati di accensione senza chiavi.
I decessi si sono verificati perché gli automobilisti sono usciti dalle auto senza rendersi conto che queste erano ancora accese.

Nel 2011 la National Highway Traffic Safety Administration (Nhtsa) aveva proposto una normativa federale per installare sistemi di allerta nei veicoli senza chiavi, ma le case automobilistiche si sono opposte. I produttori automobilistici hanno installato volontariamente dei dispositivi di avviso sui loro veicoli che si accendono senza chiavi anche se questi sistemi non seguono uno standard universale. Il “difetto” delle auto che si avviano senza chiave consiste nel non spegnimento automatico quando vengono parcheggiate, con la conseguenza che il monossido di carbonio si diffonde nei loro garage e nelle loro case.

L’inchiesta del ‘New York Times’

In un’inchiesta pubblicata dal ‘New York Times’ viene rilevato che decine di persone sono morte o rimaste intossicate dal monossido di carbonio emesso dai veicoli con sistema d’accensione senza chiave, ma i regolamenti volti ad affrontare il fenomeno si sono fermati. I proprietari di queste vetture di ultima generazione utilizzano portachiavi wireless con i quali possono aprire, chiudere e avviare i propri veicoli. Quando il portachiavi è in prossimità della macchina, il guidatore la potrà avviare. Ma con una chiave wireless può capitare che si esca dalla macchina senza spegnerla. Se il veicolo viene lasciato acceso nel garage, può emettere abbastanza monossido di carbonio, che è incolore e inodore, da uccidere il guidatore nel caso che la sua casa sia collegata al garage.

Diversi anni fa la Society of Automotive Engineers ha raccomandato alle case automobilistiche di installare segnali visivi o sonori per avvisare i guidatori nel caso lascino accese le loro macchine senza il portachiavi dentro. La National Highway Traffic Safety Administration (Nhtsa) ha inoltre suggerito una regolamentazione federale che si è scontrata con il muro alzato dalle aziende automobilistiche, che hanno indipendentemente installato dei sistemi di avviso che però non condividono uno standard universale. Ad esempio i veicoli ad accensione senza chiavi della Ford si spengono se il portachiavi non viene rilevato nella macchina per 30 minuti, mentre i veicoli Fiat Chrysler e Mazda avviseranno i guidatori quando il portachiavi non si trova all’interno di una macchina accesa, senza tuttavia spegnerla automaticamente. La Toyota, invece, ha un sistema di tre segnali acustici all’esterno dell’auto e uno all’interno, per avvisare i conducenti che escono da un veicolo che il motore è ancora in funzione. Ma il contenzioso contro le case automobilistiche sta crescendo in proporzione al numero dei decessi.