CONDIVIDI

AUTO ELETTRICHE IN ITALIA – Tra gli italiani e l‚Äôauto elettrica sta sbocciando l‚Äôamore. Almeno nelle intenzioni. Lo rivela il sondaggio condotto da SWG al Motor Show di Bologna che quest‚Äôanno ha dedicato ampio spazio alla mobilit√† sostenibile. Risposte alla mano, il 48% degli intervistati riserverebbe i centri storici della citt√† ai mezzi elettrici. Dalle ZTL alle ZTE, quindi, dimostrando cos√¨ una buona propensione alla diffusione dei veicoli a emissioni zero nel cuore delle citt√†. Lo scoglio maggiore, secondo il campione, √® rappresentato ancora oggi dai costi elevati del mercato e dalla scarsa presenza di infrastrutture. Ben l‚Äô80% delle risposte ha infatti dato parere favorevole all‚Äôacquisto di un‚Äôauto elettrica (con un aumento del 9% rispetto alla stessa indagine condotta da SWG e Federutility in maggio) se i prezzi fossero equiparabili alle altre auto. Il 59% ritiene inoltre che si debbano ridurre le tasse a chi ha un veicolo ecologico, aumentarle a chi inquina ed obbligare all’utilizzo di mezzi non inquinanti per i centri storici delle citt√†.

INCENTIVI AUTO - I messaggi ai comuni e alla politica nazionale sono chiari. Un italiano su cinque chiede allo Stato incentivi sull’acquisto del veicolo, o la riduzione delle imposte, e la maggioranza chiede ai responsabili locali di dotare le città di infrastrutture per la ricarica: il 43% dei cittadini intervistati vorrebbe un distributore ogni 5 km, mentre il 44% lo vorrebbe al massimo ogni 15 km. La fiducia nella risposta delle amministrazioni è però scarsa: solo il 26% ritiene gli attuali sindaci abbastanza coraggiosi da prendere misure, sfidando il consenso popolare. Tutto questo mentre cresca la preoccupazione per la salute: il 68 % ritiene infatti che la tutela dell’ambiente sia una delle priorità da affrontare.

Corriere.it

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori