CONDIVIDI

ASSICURAZIONE AUTO – Assicurazioni croce degli automobilisti. Non bastano i rincari periodici delle polizze a dare grattacapi ai guidatori, con il nuovo anno scatta inesorabile il cambio della classe di merito a seguito di incidenti stradali.

Secondo dati resi noti da Assicurazione.it, il comparatore online delle polizze assicurative, il cambio interesser√† oltre due milioni e mezzo i conducenti che avendo causato un incidente nel corso dell’ultimo anno, saranno obbligati a cambiare classe di merito.

In base all’analisi, per il secondo anno consecutivo, il poco invidiabile primato di guidatori “distratti”, quelli con il pi√π alto numero di denunce di incidente con colpa, spetta ai toscani (7,06%), seguiti a “ruota” dai siciliani (6,71%) e dai pugliesi (6,51%), mentre sono risultati sopra alla media nazionale anche gli automobilisti di Umbria, Piemonte, Lazio e Liguria, tutti superiori al 6%.

Sul fronte opposto, quello dei guidatori “virtuosi”, si distinguono gli automobilisti molisani (meno del 4% ha denunciato un incidente con colpa nel 2010), i lucani (4.76%) e gli emilano-romagnoli (4.94%).

Insomma un “dramma” per i pi√π disattenti che pu√≤ trasformarsi in vantaggio per i pi√π accorti, come conferma Alberto Genovese di Assicurazione.it: “Se si cambia classe di merito, aumenta il premio annuo. Ma se all’atto del rinnovo si confrontano i prezzi offerti da diverse compagnie, non solo √® possibile contenere la spesa, ma in alcuni casi si sar√† sorpresi nel constatare che, anche peggiorando la propria classe di merito, si possono trovare prezzi addirittura pi√π bassi del premio pagato l’anno precedente”.

Tornando ai dati di Assicurazione.it, questa volta spulciando tra le categorie professionali, ecco che i pi√π bravi al volante sembrano essere i vigili urbani (appena il 4,65% di loro ha causato un incidente) e i sacerdoti (4,98%), mentre quelli che hanno causato il maggior numero di incidenti sono stati i medici (6,70%, comunque in calo rispetto al 7,37% dello scorso anno) e gli insegnanti (6,66%).

Al di l√† del risvolto spiritoso dell’analisi effettuata dalla societ√†, la comparazione online pu√≤ portare effettivamente a un risparmio: “Dire che una compagnia assicurativa sia migliore in assoluto √® falso; e per questo motivo utilizzare un comparatore online per ottenere la polizza pi√π adatta alle esigenze di ciascuno √® un’abitudine ormai propria di un numero enorme di italiani. Spinti a trovare di continuo modi efficienti per risparmiare, pi√π di 250.000 automobilisti si collegano ogni mese alle pagine di Assicurazione.it per calcolare il proprio preventivo e scegliere la polizza di Responsabilit√† Civile. Nella maggioranza dei casi il risparmio √® garantito e arriva anche a 500 euro per automobile”.

A quanto pare anche su un terreno “minato” come quello delle polizze auto √® possibile risparmiare, provare non costa nulla ed √® a portata di click.

Repubblica.it

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori