CONDIVIDI
Traffico (Getty Images)

La Svizzera è da sempre conosciuta come una delle nazioni più efficienti in assoluto, eppure sul tratto d’autostrada Aigle-Martigny quest’oggi è andata in scena una situazione ai limiti del surreale. Alcuni automobilisti, infatti, sono rimasti bloccati per 7 ore nel traffico a causa di un’abbondante nevicata.

A peggiore le cose anche un colpevole ritardo nella gestione della situazione. Per prima cosa non è stato diffuso alcun bollettino di neve se non 3 ore e mezza dopo che l’emergenza era già cominciata. Poi in secondo luogo non è stato aperto il guardrail per permettere al traffico di defluire nella carreggiata opposta (dove, invece, la strada era libera).

Una situazione gestita male

Insomma, d’improvviso la Svizzera si riscopre inerte e vulnerabile davanti ad una situazione leggibile e anche abbastanza semplice da gestire, soprattutto se sei abituata a questo genere di cose. I bollettini da par loro hanno continuato a descrivere una situazione catastrofica, nonostante in realtà sul posto non nevicasse più.

Noi italiani si sa, siamo spesso bollati come incompetenti, un po’ anche perché siamo i primi a farci scarsa pubblicità. L’erba del vicino è sempre più verde e passiamo intere giornate ad auto-flagellarci per la nostra inettitudine invidiando l’organizzazione altrui, eppure stavolta a sbagliare è stata proprio la Svizzera, il paese che per molti è una sorta di paradiso terrestre dove tutto va bene.

Non saranno di certo d’accordo i tanti automobilisti rimasti bloccati per ore nel traffico a sperare che questa famosa efficienza si palesasse da un momento all’altro. Una cosa è certa, per la serie anche i ricchi piangono, questa volta anche la perfetta Svizzera dovrà chiedere scusa ad un po’ di onesti cittadini.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori