CONDIVIDI

ALFA ROMEO 2011 РAlfa Romeo dopo il recente successo della Giulietta conferma per l’anno 2011 un risultato di vendite previste per 200 mila unità, questo significa un raddoppio della produzione rispetto gli anni passati che hanno visto fermare le immatricolazioni a sole 100 mila unità.

Infatti la sola Giulietta coprirà, sempre secondo i vertici, almeno il 50% dei volumi previsti poiché dovrebbe essere prodotta in almeno 100 mila unità annue, il tutto sarà possibile grazie all’espansione del marchio in nuovi mercati quali il Sud America dove pian piano la Fiat sta riallestendo la rete di vendita del Biscione, ma anche grazie all’Europa dove la Giulietta concentra oltre il 90% delle vendite. Un altro modello importante per il marchio è la MiTo che dovrebbe vendere circa 80 mila esemplari l’anno, recentemente l’utilitaria sportiva ha riscontrato numerosi apprezzamenti da parte del pubblico e della stampa per i motori Turbo Multiair che garantiscono consumi bassi e prestazioni sportive ma la grande fetta del mercato l’occupano i Multijet JTDm 1.3 e 1.6 che piacciono soprattutto al pubblico italiano.

La 159 invece è l’ultimo modello rimasto della gamma Alfa poiché le GT, le Brera e la Spider sono uscite di produzione lo scorso ottobre. La 159 dovrebbe garantire solo un 10% del risultato finale che sarà tradotto in soli 20 mila esemplari l’anno infatti la berlina del Biscione è destinata ad uscire di produzione nel 2012 e la casa non si aspetta vendite importanti da parte di questo modello che ha scontato svariati difetti di progettazione durante i primi anni di vita. La gamma della 159 sarà limitata al 1750 TBi benzina e ai diesel 2.0 JTDm da 136 e 170 cavalli.

200 mila unità saranno possibili solo introducendo nei listini Alfa nuove versioni dal prezzo d’attacco ribassato come nel caso della recente MiTo Black Line che piace soprattutto al pubblico giovane. Nel 2011 debutterà anche la Giulietta Black Line con tinta bicolore e dotazione arricchita.

Risparmiauto.it

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori