CONDIVIDI
alfa romeo G1
alfa romeo G1

Il 18 gennaio in Arizona verrà venduta all’incanto un’Alfa Romeo G1 realizzata fra il 1921 e il 1923. Di questo modello esistono solo 52 esemplari (compresi due prototipi) e molti vennero esportati in Australia e Sud America. L’esemplare che sarà venduto dalla celebre Casa d’aste RM Sotheby’s Auctions è stato ritrovato in una fattoria del Queensland in Australia. Gli esperti stabiliscono che potrebbe essere venduto per circa un milione di dollari, considerando anche che si tratta dell’ultimo esemplare di questo modello. La storia di questo esemplare è davvero particolare. Fu acquistata da un uomo d’affari che comprò il telaio numero 6018. Andato in bancarotta, nascose la G1 in una vecchia fattoria per impedire al fisco di trovarla. Dopo pochi anni l’uomo morì e l’auto rimase nel deposito per 25 anni fino al ritrovamento di lavoranti del ranch che la usarono nei campi.  Fu Ross Flewell-Smith, un appassionato alfista, a recuperare i resti nel 1964 e a curare il restauro. Un aiuto fondamentale arrivò da Luigi Fusi, diventato poi curatore del Museo Storico. Nel 1995 il modello venne acquistato da Julian Sterling che la restaurò una seconda volta. Poi passò a Neville Crichton, per un nuovo intervento migliorativo, nel 2012 la G1 venne comprata dall’attuale proprietario, un collezionista californiano, che la fece rifinire come auto da corsa a due posti a ruote scoperte. Un lavoro così minuzioso che ha permesso alla vettura di partecipare alla Mille Miglia Storia del 2014. “Questa emozionante e potente Alfa Romeo è la sola sopravvissuta della sua produzione – si legge nella brochure dell’asta – e rappresenta una rara opportunità per gli appassionati del settore automobilistico, perché sarà la benvenuta non solo nei concorsi di eleganza, ma anche nei rally delle vetture d’epoca”.