CONDIVIDI
Lorenzo Bertell (©Getty Images)

Costretto ad abbandonare il mondiale a fine 2016 a seguito della chiamata di mamma Miuccia Prada, Lorenzo Bertelli, era riuscito a spuntarla per qualche gara l’anno successivo e definitamente fuori per il 2018 aveva ottenuto il via libera per affrontare il solo Rally di Svezia, suo round preferito del calendario, in programma dal 15 al 18 febbraio. Ed invece la buona volontà non è bastata. Il toscano trapiantato a Milano ha dovuto dichiarare forfait ad appena una settimana dall’inizio dell’evento.

“Sfortunatamente a causa di impegni imprevisti e non prorogabili nel mio lavoro nono potrò più partecipare ad una gara che ero impaziente di disputare in quanto è la mia preferita”, si legge sul comunicato ufficiale che pone fine alle chance di vedere il 29enne nel WRC nella stagione in corso. “Qualche giorno fa avevo addirittura disputato dei test. La Ford Fiesta WRC Plus mi aveva dato un feeling incredibile e mi ero sentito a perfetto agio sulla neve, quindi è dura accettare di non poter essere al via”.

“Vorrei infine scusarmi con gli organizzatori, la squadra M-Sport e tutti i tifosi che avrebbero desiderato vedermi in azione, così come con Simone Scattolin, di ritorno in azione nel campionato iridato in una prova che si presentava con condizioni ideali”, ha precisato per concludere.

Con questa assenza le WRC schierate saranno 13 se si calcolano quelle a gettone di Teemu Suninen su Ford, Hayden Paddon su Hyundai, Henning Solberg su Ford privata e Mads Ostberg su Citroen.

Come detto Bertelli, convinto di essere della partita, aveva cominciato a prendere le misure sulla neve calcando alcune delle speciali toccate dalla corsa anche con il buio.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori