CONDIVIDI
Lewis Hamilton (©Getty Images)

Dopo qualche giorno di silenzio è tornato a parlare Jacques Villeneuve. Alla vigilia del GP del Brasile, il figlio d’arte con la lingua più pungente al mondo, ha voluto dire la sua su Lewis Hamilton, descritto come “il bel addormentato”, almeno nelle prime fasi di una stagione 2017 ormai in dirittura d’arrivo.

“E’ un ottimo pilota e un po’ come tutti i campioni è sempre stato in team al top con a disposizione macchine competitive. Quest’anno però nella parte iniziale non c’è stato. Era come assopito. Poi, una volta scoperto che non era Bottas l’uomo da temere bensì Vettel, si è svegliato. Abituato ad avere vita dura con Nico Rosberg, quando si è trovato vicino Valtteri, ha tirato un sospiro di sollievo sottovalutando le inside che potevano giungere dalla Ferrari”, ha dichiarato a Motorsport.com. “Da un lato meglio così per lui. E’ sempre più eccitante lottare per il mondiale contro un’altra equipe. Inoltre è una situazione meno politica non dovendo condividere i dati con il collega di box”.

Un futuro nello spettacolo

Il campione di F1 ’97 ha poi parlato dell’Ham uomo, quello tutto selfie con vip e animali di vario genere, e del suo domani. “Sarebbe bello capire qual è l’obiettivo che si è posto. Se davvero ama il suo sport, resterà a lungo per battere tutti i record. Alla fine ne avrebbe i mezzi e il talento necessario per farcela, ma se al contrario, come diversi elementi lasciano pensare, sta sfruttando il Circus per costruirsi un personaggio e renderlo proficuo a livello di marketing, non avrà problemi ad abbandonare per andare ad Hollywood. Quando si è iridati non si lascia mai con gioia nel cuore. E’ qualcosa che si subisce, non si sceglie. Un po’ come un innamorato respinto che tenta di consolarsi. In quei momenti occorre essere ben supportati”.

Chiara Rainis