CONDIVIDI
Sebastian Vettel (©Getty Images)

E’ un Sebastian Vettel con le idee chiare quello che si è presentato a Melbourne nella prima conferenza del giovedì del 2018 e sin dall’inizio del suo intervento ha messo le cose in chiaro pur riconoscendo le doti del suo avversario principale Hamilton e della Mercedes.

“Questa è solo una gara, ciò che conta sarà il bilancio che faremo a fine stagione. Di certo il mio unico target è vincere con la Ferrari, il più grande team della storia del paddock, e soprattutto contro il più forte del gruppo“, il suo messaggio battagliero. “È giusto considerare Lewis e le Frecce d’Argento come i favoriti della vigilia, ma ci aspetta un lungo campionato. Quella dell’Albert Park è una pista particolare sotto diversi aspetti. Siamo impazienti di cominciare e abbiamo tutti i motivi per essere fiduciosi circa la competitività della nostra monoposto anche se non conosciamo la performance dei rivali. Credo anzi che ci vorrà un po’ di tempo per capire con precisione i valori in campo”.

Dopo aver elogiato la Rossa, il tedesco è poi passato ad Ham. “Non ha molte debolezze”, ha affermato. “Ha fatto un ottimo lavoro per molti anni e i risultati lo confermano. Io l’ho conosciuto in Formula 3 dove ha vinto molto più di me, e quando dopo un successo ti fermi a pensare come sono andate le cose, sai che la soddisfazione è essere riusciti a battere il top”. Quindi a proposito della caccia ai 5 mondiali per raggiungere la quota di Juan Manuel Fangio ha ammesso: “Ci ho pensato ma non è un chiodo fisso. Dovessi riuscirci comunque non farebbe una gran differenza perché alla fine siamo figli di epoche lontane. Sappiamo poi quante cose debbano coincidere per poter vincere un campionato”.

Facendo in seguito una valutazione complessiva delle novità apportate da Liberty Media Vettel ha concluso: “Sono un tradizionalista e mi piace la continuità, di conseguenza sono un pò confuso quando sento che si cambia l’orario di partenza o che non ci saranno più le grid girl. Per giudicare però è giusto aspettare”.

Chiara Rainis