CONDIVIDI
Sebastian Vettel (Getty Images)

F1 | Vettel aggancia Alonso, ora nel mirino c’è il mito di Schumacher

Sebastian Vettel con la vittoria in Canada è ufficialmente entrato nell’Olimpo della Formula 1. Il successo di Montreal, infatti, lo ha consegnato nel ristretto club dei piloti che sono riusciti a cogliere 50 affermazioni in F1. Davanti a lui ora solo Prost a 51, Hamilton a 64 e soprattutto il record-man Schumacher a 91.

In carriera Sebastian Vettel ha disputato 205 GP vincendone 11 con la Ferrari, 38 con la Red Bull e 1 con la Toro Rosso. In particolare con il Cavallino ha portato a casa 11 affermazioni come Massa e Alonso. In particolare è impietoso il paragone con lo spagnolo. Il tedesco, infatti, ci ha messo appena 3 stagioni e mezzo per raggiungere tale quota, mentre il driver McLaren ce ne ha messe ben 5.

Vettel nella storia Ferrari

Nella speciale classifica Ferrari, Sebastian Vettel è 4° alle spalle di Ascari a 13, Lauda a 15 e l’inarrivabile Schumacher che ha vinto con la Rossa 72 volte. Da notare che i piloti davanti al tedesco hanno tutti vinto almeno un titolo mondiale con la Ferrari.

Certo non è più giovanissimo, a luglio compirà 31 anni, ma attualmente, numeri alla mano Sebastian Vettel ha tutto per poter eguagliare i numeri di quel mostro sacro chiamato Michael Schumacher. L’aumento dei GP nell’arco di una stagione inoltre faciliterà sicuramente la corsa del tedesco.

La vittoria della Ferrari in Canada in ogni caso è stata importante oltre che per Vettel anche per la Rossa che è ritornata al successo a Montreal dopo ben 14 anni in un feudo storicamente Mercedes (Hamilton erano 3 anni che vinceva lì).

Antonio Russo