CONDIVIDI
Max Verstappen (©Getty Images)

O lo si ama, o lo si odia. Max Verstappen è così. E’ un personaggio divisivo. Genio e sregolatezza nei suoi appena due anni di F1 è già riuscito a portarsi a casa 3 GP grazie al talento, alla fortuna e alla cattiveria che i campioni devono avere. Sicuramente riconoscente nei confronti del padre Jos che lo ha trasformato in un racer nudo e crudo, l’olandese non ha mai avuto il timore di ringraziare Helmut Marko, l’uomo oscuro dietro alla Red Bull ha creato e disfatto tante giovani carriere.

“Lo considero un secondo papà perché so che vuole sempre il meglio per me“, ha confidato a Ziggo Sport. “Parliamo moltissimo durante i weekend di gara a proposito delle aree da migliorare. Tiene un occhio attento su tutto e mi consiglia anche per le piccole cose. Su cosa dire alla radio o come rapportarmi alle persone. Se faccio bene mi elogia, ma se sbaglio non ha timori a rimproverarmi”.

Questione di sangue

Parlando invece del suo vero babbo, noto per il carattere burbero a tratti violento, il #33 ha raccontato: “Non ci siamo allontanati da quando sono nel Circus. Il fatto è ora devo dare priorità alle cose che sono chiamato a fare. Anche se la gente si aspetta di vedermi pienamente indipendente, credo sia importante continuare a ricevere suggerimenti da lui. A volt abbiamo pareri divergenti, ma in 9 casi su 10 sono io in torto. Ecco perché gli do tanta fiducia. Entrambi abbiamo personalità forti ed è ciò che ci ha permesso di arrivare alla massima serie”, ha proseguito il 20enne. “Ad ogni modo ci sono stati dei momenti in cui ho fatto di testa mia. Ad esempio in Malesia lo scorso anno. Ricciardo aveva provato dei pezzi nuovi e non erano andati bene. Io invece ero convinto che mi avrebbero aiutato. Ho insistito con i meccanici che me li montassero e anche se nelle libere avevamo avuto difficoltà che li mantenessero per le qualifiche. Nella pausa pranzo papà venne a dirmi di lasciar perdere. Rimasi sulla mia posizione e alla fine conclusi terzo dimostrando a tutti di avere ragione”.

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori