CONDIVIDI
Lewis Hamilton e Valentino Rossi
Lewis Hamilton e Valentino Rossi (©Getty Images)

Dal 5 maggio 2016 al volante della Red Bull, meno di due stagioni sono bastate per crearsi la fama di pilota di punta “fuori serie”. Max Verstappen calamita l’attenzione del team e dei tifosi su di sè, tanto da spingere quasi fuori la porta il collega più esperto Daniel Ricciardo.

L’olandese ha esordito subito con una vittoria in Spagna, altre due volte sul gradino più alto del podio nel 2017, l’esordio nel nuovo Mondiale con un sesto posto poco confortevole. Max Verstappen non vede l’ora di ritornare in pista sul circuito illuminato nel deserto del Bahrain per cercare la riscossa. Una sfida emozionante che solletica la verve dell’olandese, su un circuito tecnico costellato di curve veloci e tornanti lenti dove le Red Bull possono fare la differenza. “Il weekend di gara in sé è molto interessante perché c’è solo una prova per testare il comportamento di guida in certe condizioni durante le qualifiche e la gara. Le altre due sessioni si svolgono durante il giorno, quando fa ancora troppo caldo”.

L’occhio di Vale sulla Formula Uno

Nella lunga intervista a ‘La Gazzetta dello Sport’ Valentino Rossi ha parlato anche di Formula 1 e del giovane driver: “Per quello che fa in macchina è indiscutibile che, se ami il motorsport, ti faccia emozionare. E’ un grandissimo talento. Però mi sembra che non abbia ancora capito che non deve andare di petto contro tutti, e delle volte in pista fa cose che, o l’altro si sposta o vanno fuori tutti e due. Lui gioca su queste cose, è un po’ al limite”.

il campione della MotoGP ha anche parlato del mondo finanziario della Formula 1 in rapporto al Motomondiale, con piloti del calibro di Hamilton e Vettel che guadagnano fra i 30 e i 40 milioni, mentre in classe regina il massimo dell’ingaggio sono i 15 milioni di Marc Marquez o i 12,5 di Jorge Lorenzo: “Come abilità, classe, livello di rischio e livello di quanto ti devi fare il culo per stare lì davanti, non è giusto – ha precisato il pesarese -. Però va detto come l’automobilismo, la F.1, sia uno sport molto più famoso e globale del motociclismo: tutti hanno la macchina e pochi hanno la moto, fa girare molti più soldi. Quindi ci sta”.

 

 

 

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori