CONDIVIDI
Alfa Romeo (Getty Images)

La storia d’amore tra la Formula 1 e l’Alfa Romeo si era interrotta bruscamente alla fine del 1985. Gli ultimi due piloti nella storia ad aver guidato una monoposto prodotta ad Arese erano stati Riccardo Patrese ed Eddie Cheever. Quella stagione in particolare fu fallimentare, una delle peggiori nella storia del Biscione, con uno zero in classifica punti a fine anno.

In Formula 1 l’Alfa Romeo ha avuto due vite, una stra-vincente dal ’50 al ’51 in cui arrivarono 2 titoli piloti, uno con Farina e l’altro con Fangio. Poi c’è stata una parentesi meno felice che va dal ’79 all’85. In tutto il Biscione ha preso parte a 110 Gran Premi portando a casa 10 vittorie.

Non si ritorna per fare le comparse

L’Alfa Romeo negli anni ’50 era il fiore all’occhiello del motorsport italiano e proprio da una costola del marchio di Arese nacque la leggendaria Ferrari. Gli insuccessi e la crisi economica portarono il Biscione a un minore impegno nel mondo delle corse. Dopo l’acquisizione da parte di Fiat, che intanto si era accaparrata anche la Ferrari, gli Agnelli decisero che era inutile farsi concorrenza da soli e ritirarono definitivamente l’Alfa Romeo dalle competizioni con prototipi.

In questi anni la crescita del marchio ha stuzzicato la fantasia di Sergio Marchionne che ha deciso di offrire ad Alfa Romeo di nuovo la vetrina della Formula 1. Si tratterà di una sorta di squadra B della Ferrari. Il team non arriverà in F1 per fare la comparsa, bensì per dare lustro al marchio di Arese.

La notizia era nell’aria da mesi, ma proprio oggi Sauber ha ufficializzato l’accordo pluriennale di partnership con Alfa Romeo. La casa italiana entrerà nel team svizzero dal 2018, l’accordo prevede una cooperazione commerciale e tecnologica, con proficui scambi di informazioni tra le parti. Dall’anno prossimo la squadra si chiamerà Alfa Romeo Sauber F1 Team. Sulle monoposto vi sarà il logo dell’Alfa Romeo e i propulsori saranno quelli della Ferrari 2018.

Non si hanno ancora informazioni sui piloti, anche se voci di corridoio vogliono una Ferrari intenta a spingere forte per l’ingaggio di due esordienti come Leclerc e Giovinazzi.

Antonio Russo

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori