CONDIVIDI
Toto Wolff (Getty Images)

F1 | Toto Wolff non riesce a spiegarsi la vittoria di Vettel

Toto Wolff sarà sicuramente frastornato dopo l’uno due della Ferrari. Nessuno se lo aspettava, tanto meno i vertici delle Frecce d’argento, eppure dopo il primo pit, Vettel è balzato di nuovo davanti ad Hamilton. Secondo i calcoli dei tedeschi il driver della Rossa sarebbe dovuto uscire alle spalle del loro alfiere, invece, non è stato così.

Eppure una spiegazione a questa “magia” c’è. Pur inserendo il limitatore Vettel ha cercato di guadagnare qualche millesimo girando sempre molto stretto nelle curve. Inoltre il regolamento permette a chi entra in corsia dei box, almeno per il primo tratto, di togliere il limitatore della Virtual Safety Car.

Mercedes frastornata

Come se non bastasse i meccanici della Rossa sono stati a dir poco perfetti nel pit stop permettendo così a Vettel di uscire nuovamente davanti a Lewis Hamilton. Insomma, un vero e proprio capolavoro di squadra e pilota.

Toto Wolff però ancora non riesce a spiegarselo e a “Sky Sport” ha dichiarato: “Il computer ci diceva che ci voleva un vantaggio di 15 secondi affinché Vettel uscisse davanti ad Hamilton. Lui ne aveva solo 11 di vantaggio. Ancora non sappiamo perché è successo questo, dobbiamo ancora scoprirlo. Credo sia stato un errore del software, altrimenti non saprei spiegarmelo”.

Il team principal Mercedes ha poi continuato: “Per noi è stato uno schiaffo in faccia, come quello ricevuto ieri dopo lo schianto di Bottas. Tutti pensavano che ci allontanavamo in questa prima parte di stagione, l’unica cosa che posso dire è che non è così. Siamo molto vicini al top e penso che questo è quello che tutti vogliono sentire”.

Infine, Toto Wolff ha così concluso: “Su questa pista è complicato superare ed è incredibilmente difficile avvicinare gli altri veicoli. Si perde così tanto grip che persino piloti come Hamilton o Verstappen non sono riusciti ad effettuare sorpassi”.

Antonio Russo