CONDIVIDI
Sebastian Vettel (Getty Images)

F1 | Sebastian Vettel: “L’incidente? Colpa di Verstappen”

Non è stato certo un weekend facile quello vissuto dalla Ferrari in Giappone. In particolare Sebastian Vettel sin dal venerdì è sembrato in stato confusionale, lontano dalla forma ideale e con l’errore sempre a portata di mano.
In gara, purtroppo per lui, le cose non sono andate meglio e dopo aver tentato nei giri iniziali, forse con troppa veemenza, di superare Max Verstappen, il tedesco è stato costretto da una rimonta da fondo gruppo che lo ha portato in sesta posizione.

Credo che in quel punto sia possibile sorpassare, altrimenti non ci avrei nemmeno provato“, si è giustificato per la manovra che lo ha fatto andare in testacoda. “Mi sono accorto che la sua batteria si scaricava presto su questo circuito ed ho spinto al massimo. Ci ho provato ma lui ha chiuso la traiettoria e non siamo riusciti a percorrere la curva affiancati. Dopo il contatto è stato un disastro. Sono scivolato indietro e non è entrata nessun’altra safety car. Credo che la sesta posizione sia stato il massimo che si poteva ottenere”.

Ormai sempre più lontano dal vertice della generale con 67 punti di svantaggio su Lewis Hamilton, il ferrarista mastica amaro, soprattutto alla luce del giro veloce firmato sul finale di corsa e del ritmo mostrato dalla SF71-H.

“Per noi è stato un buon gran premio. Le nostre prestazioni si sono dimostrate vicine a quelle della W09 anche se è bene riconoscere che loro non spingono mai a fondo”, la sua considerazione.

Infine malgrado i numeri non giochino a favore della Rossa, Seb ha voluto spronare la squadra a crederci. “Quando si porta a casa un risultato del genere, non è facile da accettare. Abbiamo lavorato sodo tutto l’anno e ultimamente abbiamo fatica. Non so cosa dire. Non è giusto per noi, ma è andata così. Le competizioni sono anche questo. Continueremo comunque a dare il massimo“.

Chiara Rainis

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News