CONDIVIDI
Sebastian Vettel (©Getty Images)

F1 | Sebastian Vettel: “La pioggia potrebbe aiutarci”

Quinto al mattino e terzo al pomeriggio Sebastian Vettel ha poco da sorridere al termine della prima giornata di prove a Suzuka. Staccato inizialmente da Lewis Hamilton di nove decimi e poi di otto nel secondo turno, il tedesco della Ferrari ha dovuto fare i conti con una Mercedes in versione razzo, solida nel passo gara e altrettanto sul giro secco, motivo per cui è molto probabile che anche sabato assisteremo ad una doppia prima fila targata Frecce d’Argento. Di certo non una buona notizia per chi ancora nutre delle speranze di rimonta per la caccia al titolo iridato.

Sono soddisfatto, è stata una giornata tranquilla, quantomeno più tranquilla rispetto ad altre occasioni. Sono più o meno contento della vettura, ma non siamo molto veloci”, ha analizzato alla fine Seb.

Consapevole dell’importante handicap nel confronto sia con la W09 del leader della generale, sia con quella di Valtteri Bottas, il 31enne ha incitato il box a rimboccarsi le maniche in vista della lotta per accaparrarsi la miglior piazzola sullo schieramento.

“Dobbiamo lavorare stanotte in ottica qualifica dove sarà fondamentale essere rapidi sulla tornata singola”, ha inseguito affermato il quattro volte campione del mondo. “Ad ogni modo sono contento anche se non so se saremo in grado di firmare la prima posizione. Le Mercedes sono piuttosto forti e se domani si dimostreranno altrettanto competitive sarà difficile”.

Come sempre accade quando ci si rende conto di essere indietro, Vettel ha dichiarato di confidare nella pioggia, di un un colpo a sorpresa del meteo che possa rimescolare le carte e magari giocare a favore della Rossa.

Forse l’acqua potrebbe aiutarci, però adesso dobbiamo pensare a fare i nostri compiti e vedremo cosa accadrà”, ha quindi chiosato.

Sintetico come sempre, invece, Kimi Raikkonen, quarto e quinto in questa apertura di fine settimana, ha così riassunto i suoi due turni: “E’ stato un venerdì normale anche se faticoso. Come sempre ho cercato di ottenere tempi competitivi, ma ci resta molto da fare. Non so se pioverà per le qualifiche, quando ci alzeremo vedremo cosa ci porteranno le nuvole”.

Chiara Rainis

Resta sempre aggiornato con le nostre ultimissime news di motori e altro su Google News