CONDIVIDI
Max Verstappen e Daniel Ricciardo (©Getty Images)

Se sia un bene o un male per lui, resta ancora da vedere. Sta di fatto che in questi giorni la Red Bull si è detta disposta ad aspettare almeno dicembre prima di rendere pubblica la sua line up 2018. Il tutto per permettere a Daniel Ricciardo di capire bene cosa fare, quindi se andare in altra sede o stare tra gli energetici, forse ad aiutare il cocco di casa Max Verstappen, come da lui stesso paventato in tempi recenti.

“La prossima scelta che farà sarà molto importante perché ha 28 anni, quindi sono sicuro che vorrà un po’ di tempo per assicurarsi che sia la decisione giusta”, ha dichiarato a Motorsport.com il boss del team austriaco Christian Horner, a proposito delle trattative con l’australiano, che loro comunque vorrebbero trattenere. “Lui conosce chiaramente le nostre intenzioni dato che ne abbiamo già discusso. Lo vorremmo in squadra e se ci vogliono ancora sei mesi, allora che sia così. Mi pare che si trovi bene con noi e poi sa perfettamente quali siano le potenzialità e qualità del gruppo. Conosce altresì come lavoriamo con le auto e come trattiamo i nostri piloti e per adesso è molto contento”.

“L’unica cosa che penso lo tenga ancora in sospeso è l’incognita sulla competitività nel 2018 ed è comprensibile. Spero si riesca a trovare un accordo al più presto, anche se, come detto, se ci vorrà ancora qualche mese per ottenere lo stesso risultato possiamo aspettare”, ha proseguito il manager inglese che in caso di mancata firma sa di aver già in casa un’alternativa.

“E’ per questo che abbiamo mandato Carlos Sainz in prestito alla Renault. Così facendo avremo due opzioni a disposizione. In pratica ci siamo creati una rete di sicurezza, ma il nostro obiettivo numero uno è quello di mantenere la formazione che abbiamo”, ha concluso Horner.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori