CONDIVIDI
Red Bull (©Getty Images)
F1 | Red Bull fiduciosa: “Grazie ad Honda avremo un party mode'”
Spinto più dalla volontà di ferire la Renault, piuttosto che dalla convinzione che davvero nel 2019 la musica per la Red Bull sarà diversa e più in sintonia con quella Mercedes e Ferrari, il talent scout energetico Helmut Marko, non ha perso l’occasione per glorificare la Honda, nuovo motorista della scuderia austriaca.
Le cifre ci fanno essere ottimisti per quanto riguarda l’incremento delle performance. Per la prima volta potremo anche noi godere di un ‘party mode’“, ha dichiarato soddisfatto il 75enne a Motorsport.com.
Il propulsore nipponico è parecchio al di sopra di quello francese. Se si combinano i dati GPS forniti da Honda emerge che come potenziale siamo lì con quello dei nostri rivali. Ovviamente loro non staranno a dormire, ma essendo già ad un livello alto è difficile che potranno fare salti in avanti tanto grandi. Anche con 10 o 15 kW di deficit potremo farcela“, ha proseguito ottimista.

Consapevole tuttavia dei problemi di affidabilità dell’unità giapponese mostrati non solo dal 2015 al 2017 con la McLaren, ma pure lo scorso anno con la sorella minore Toro Rosso, l’ex driver di Graz ha riconosciuto: E’ probabile che dovremo utilizzare più delle 3 PU regolamentari, lo sappiamo, ma se sapremo scegliere le piste giuste per le sostituzioni saremo in grado di recuperare posizioni nel giro di poche tornate”.

Infine rispondendo a coloro che hanno descritto la Red Bull come piagnona, Marko ha concluso secco e come al solito poco lusinghiero verso il fornitore di Viry: “Sin dall’inizio del mondiale eravamo nella categoria B. Ci mancavano almeno 70 cv in qualifica. In gara, a seconda dei tracciati, la media era di un gap di 40 cv e le informazioni in nostro possesso dimostravano chiaramente quanto lasciavamo in rettilineo e quanto guadagnavamo in curva. Nel confronto diretto con la Ferrari al picco della sua potenza, la differenza era ancora maggiore“.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori