CONDIVIDI
Carlos Sainz, Safari Rally 2000 (©Getty Images)

Forse resterà soltanto un sogno, ma qualcuno ci sta già lavorando su per tramutarlo in realtà. La Federazione Internazionale dell’Automobile e i promoter del WRC avrebbero deciso di fare alcune valutazioni per vedere se in futuro sarà possibile inserire in un calendario sempre più internazionale anche il Safari Rally, oggi prova dell’Africa Rally Championship (ARC), tra l’altro in scena questo weekend. Il caratteristico round africano manca dal mondiale dal 2002, quando a dare spettacolo sugli sterrati c’era il buon vecchi Matador Carlos Sainz con la Toyota Corolla.

In queste ore una delegazione composta dal responsabile tecnico FIA Gilles Simon e il direttore generale e organizzatore del campionato Olivier Ciesla dovrebbe essere a Nairobi per fare le dovute valutazioni sul percorso. A confermare il viaggio dei boss è stato Phineas Kimathi, presidente della Federazione Motorsport del Kenya. “Verranno per osservare l’evento sia sul posto, sia da un elicottero”, ha confidato. “Incontreranno gli organizzatori, i membri del governo e gli sponsor che supportano la manifestazione per parlare e capire lo stato delle cose”.

Secondo quanto riportato da fonti locali in caso di via libera il Safari Rally potrebbe rientrare tra le date a partire dal 2020, dunque a 18 anni di distanza dall’ultima edizione disputata. Resta da capire quale gara sarà eliminata per fare posto a questo comeback o se sarà utilizzata la 14esima casella libera ormai da due anni dopo la cancellazione del round cinese, per la verità mai presa troppo in considerazione. Infatti, i team e la stessa Federazione hanno più volte fatto sapere di non voler ampliare oltremodo il numero delle corse in programma per questioni legate ai costi e alla logistica.

Di certo il passaggio in Kenya non si presenta agevole considerato che tutte le squadre iscritte hanno base in Europa. Se così fosse comunque, diventerebbe una delle trasferte più lunghe assieme ad Australia, Messico e Argentina.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori