CONDIVIDI
Sebastien Ogier (©Getty Images)

Ogni volta che non vince trova qualcosa da dire. Sébastien Ogier non si è smentito neppure in Svezia. Il campione del mondo in carica, arrivato al traguardo in 11° piazza, sin dalle battute iniziali dalla corsa aveva aspramente attaccato l’organizzazione che, anziché privilegiare le WRC aveva lasciato andare per prime le auto del rally nazionale. Alterato per questo e per altro alla fine il francese ha richiesto pubblicamente la revisione delle regole.

“Le loro scie erano di 20 cm più strette rispetto a quelle della mia Ford Fiesta. E’ stato terribile perché se con il davanti riuscivo a direzione la vettura con il posteriore ero sempre a rischio. E’ stata una presa in giro visto che man mano che si passava i tempi si abbassavano”, si è lamentato portando avanti una polemica a lui cara, ossia contro l’azione da apripista del migliore del gruppo.

I pareri del pilota e boss

Tagliente a parole, il quattro volte iridato non ha fatto meglio con i fatti. Presentatosi con quasi un’ora di ritardo allo start della Power Stage che garantisce un bottino extra, pur di partire in una posizione migliore e accaparrarsi qualche punticino in più, ha accettato di buon grado i 4’10 di penalità conseguenti e neppure si è preoccupato se dall’assistenza i vertici della M-Sport ordinavano al compagno di squadra Evans di rallentare per farlo avanzare ulteriormente. “Non è stato nulla di speciale, solo una strategia”, si è giustificato. “Era chiaro sin dal principio che non avremmo mai avuto la chance di fare un singolo crono degno di nota, dunque abbiamo cercato di sfruttare l’ultima opportunità disponibile. In realtà non ho guidato molto bene, ho fatto un paio di errori, ma non è facile trovare il ritmo giusto dopo aver aperto le prove per tutto il weekend”.

“Sapevamo che questa gara sarebbe stata molto difficile per noi, specialmente se avessimo trovato neve fresca. E così è stato. Ma abbiamo avuto molte più difficoltà del previsto”, ha affermato Malcolm Wilson. “Non avevamo nulla da perdere e abbiamo cercato di salvare il fine settimana. Il suo secondo tempo ci ha rassicurati, perché abbiamo visto che senza le avversità del meteo avremmo avuto un bel passo”.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori