CONDIVIDI
Sebastien Loeb Rally Dakar 2016
Sebastien Loeb alla Dakar 2016 (© Getty Images)

La settima tappa della Dakar 2016 è stata funestata dalla morte di uno spettatore di 63 anni investito dalla Mitsubishi Lancer guidata dal francese Lionel Baud al km 82 della speciale 7 Uyuni – Salta, quando la corsa si trovava ancora in territorio boliviano, prima di accedere al confine argentino. Per i soccorsi giunti subito sul posto non è rimasto altro da fare che accertare il decesso.

In una giornata contrassegnata dalle forti piogge, che hanno reso precarie aderenza e visibilità, la vettura numero 402 guidata da Lionel Baud ha investito in pieno un uomo di mezza età senza lasciargli scampo. Secondo le prime ricostruzioni dell’organizzazione di gara lo spettatore si trovava nel bel mezzo della strada e il driver francese non ha fatto in tempo a schivarlo. Si tratta della prima vittima della Dakar 2016, dopo che nel prologo di alcuni giorni fa la cinese Guo Meiling aveva provocato il ferimento di 17 persone, tra cui donne e bambini.

La tappa di sabato 9 gennaio portava i partecipanti dalla Bolivia all’Argentina, ma il drammatico incidente è avvenuto nei confini boliviani. Adesso le autorità locali stanno indagando per ricostruire l’esatta dinamica della tragedia. Domenica 10 sarà giorno di riposo per la Dakar che si ferma al bivacco di Salta prima di riprendere la gara in direzione Belen.

 

La classifica di auto e moto

Nella settima tappa trionfa lo spagnolo Carlos Sainz al volante della Peugeot, davanti al compagno di marca Sebastien Loeb, che riconquista la vetta della classifica generale, e alla Mini del principe del Qatar Nasser Al-Attuyah, vincitore dell’edizione 2015. E’ la sesta vittoria di fila per la Peugeot. In classifica generale comanda Loeb con un vantaggio di 2 minuti e 22 secondi su Stephane Peterhansel e 4 minuti e 50 secondi su Sainz.

Nella categoria moto vince la settima tappa Antoine Meo con la sua KTM. Il francese, cinque volte campione del mondo di enduro alla sua prima Dakar, si mette alle spalle l’argentino Kevin Benavides (+ 2’24”) e il portoghese Hélder Rodrigues (+ 4’58”). In classifica generale comanda l’australiano Toby Price (Ktm), secondo Stefan Svitko a 6 minuti e 12 secondi, terzo Goncalves a 7’42”.