CONDIVIDI
Kimi Raikkonen (©Getty Images)

Kimi Räikkönen ha ricevuto un rinnovo di contratto per un anno dalla Ferrari. Alla fine della prossima stagione il finlandese avrà 38 anni e la Scuderia di Maranello dovrà inevitabilmente puntare su un altro pilota da affiancare a Sebastian vettel. Chi sarà il suo successore?

Dopo l’addio al Circus nel 2009 sembrava ormai finita la carriera di Kimi. Fino a quando la Lotus non ha deciso di ripuntare su un campione di esperienza, dandogli la possibilità di dimostrare quanta stoffa avesse ancora da vendere. Tanto che la Ferrari ha pensato di scommettere sul suo ex campione per la stagione 2014. Negli ultimi due anni, pur fra molti pareri contrari, si è visto rinnovare il contratto per una sola stagione. Il 2018 potrebbe essere l’ultima chance di correre ai massimi livelli del motorsport.

Il presidente della Ferrari Sergio Marchionne e il team principal Maurizio Arrivabene non hanno quasi mai messo in dubbio la riconferma. Vuoi per mancanza di valide alternative disponibili. Vuoi per la sua pluriennale esperienza nel box Ferrari (7 campionati). Vuoi per il buon feeling instaurato con Sebastian Vettel che permette di conquistare punti utili alla squadra. Ma tra un anno si presenterà il dilemma su chi sarà il degno sostituto di Kimi Raikkonen, una decisione rinviata forse già da tempo.

L’ultimo giovane su cui Maranello ha puntato è stato Felipe Massa. nel 2006 il brasiliano aveva 24 anni. Dopo di lui si è sempre puntato su piloti di esperienza, che avessero vinto almeno un GP o un campionato del mondo. Ma la rinnovata filosofia del team potrebbe far propendere verso una scelta alternativa, rivoluzionaria, un azzardo quasi storico. Maurizio Arrivabene infatti non esclude l’ipotesi Giovinazzi o Leclerc: “Dobbiamo crescere i nostri giovani piloti – ha ammesso a Crash.net -. Naturalmente, l’obiettivo è di farli crescere e vederli un giorno su una delle nostre vetture. Ma prima devono dimostrare di meritarselo”.

Charles Leclerc si trova in una posizione migliore rispetto ad Antonio Giovinazzi. E’ praticamente certo che il monegasco nel 2018 sarà su una Sauber, mentre per il pugliese non c’è spazio. Con ogni probabilità, l’italiano rimarrà il terzo pilota della Ferrari per il prossimo anno e la sua formazione continuerà a tempi alterni con Haas prima di approdare sui volanti che contano.

Luigi Ciamburro