CONDIVIDI
Sebastian Vettel (©Getty Images)

Sebastian Vettel si ritrova ora a raccogliere i cocci di una stagione che poteva essere sicuramente diversa. Le premesse erano tutte buone. Il 4 volte campione del mondo, infatti si era quasi subito issato in testa al mondiale e aveva provato a scappare via, ma da metà stagione in poi c’è stato un suo netto calo.

Durante la trasmissione “Paddock TV”, il noto e stimato giornalista Pino Allievi è intervenuto parlando così del mondiale di F1 che ha visto Hamilton trionfare: “Hamilton ha imparato la lezione più grande, che per vincere devi saper perdere. Lui tante gare le ha sacrificate. Lui è uno molto costruito, dietro Lewis in ogni caso io penso ci sia Niki Lauda. Io so quello che spesso Niki ha detto ad Hamilton e che lui prima non capiva. Lewis ha saputo perdere, ha saputo ingoiare amaro. Ha vinto un titolo che vale oro”.

Rosberg pilota intelligente

Il giornalista ha poi parlato anche del campione del mondo 2016: “Rosberg è uno che ha battuto e Hamilton e poi ha deciso di smettere. Ha pensato non posso andare avanti così perché mi distruggo la vita. Si è ritirato con il titolo mondiale perché oltre ad essere un grande pilota ha anche un  grande cervello”.

Infine, Allievi ha anche affrontato il calo Ferrari di questo finale di stagione: “Vettel è crollato a livello nervoso. Hamilton non aveva la macchina migliore negli ultimi Gran Premi, ha avuto la vettura peggiore in almeno 3 su 4 degli ultimi GP, però ha portato punti a casa. Vettel è andato via col cervello. Sebastian ha sentito la tensione Ferrari. In Red Bull se perdeva non succedeva niente. La Ferrari è la Ferrari, vincere con la Ferrari è difficile, ti dà la gloria, ma anche una tensione incredibile, una tensione che lui non regge”.

Antonio Russo