CONDIVIDI
Roberty Kubica (©Williams Twitter)

Anche se nulla è stato ancora deciso, tutto starebbe andando nella direzione di Robert Kubica. Il polacco, ad un passo dal ritorno ufficiale in F1, avrebbe definitivamente convinto i vertici Williams ad ingaggiarlo, grazie alle prestazioni sulla distanza mostrate durante i test Pirelli di Abu Dhabi, malgrado il direttore tecnico Paddy Lowe abbia preferito glissare sul tema velocità.

“Fisicamente ha risposto bene e non ha accusato alcun problema a completare il quantitativo di chilometri di una gara”, ha dichiarato l’inglese a Motorsport.com. “Insomma ha fatto piuttosto bene, quindi siamo molto felici sia di come ha girato, sia del numero di tornate compiute (ndr. in tutto 128). Il suo feedback è stato di ottimo livello. E’ un pilota dalla grandissima esperienza, che conosce alla perfezione il suo lavoro. Inoltre essendo un professionista, possiede quella fiducia che ha pervaso l’intero box”.

L’importanza della motivazione

Al di là del responso nudo e crudo del tracciato il driver di Cracovia ha colpito la scuderia di Grove per la fame e la determinazione di riprendere da dove aveva lasciato dopo Abu Dhabi 2010 e dunque appena prima l’ormai noto incidente al Rally Ronde di Andora. “Lo abbiamo sempre ammirato. Sia quando era nel Circus, sia dopo. E’ un grande esempio di carattere e per tornare ha davvero combattuto”.

Successivamente a palese domanda sul contratto pronto per il vincitore del GP del Canada 2008, Lowe ha nicchiato:”Per adesso ci siamo concentrati sulle prove in programma,  poi ci siederemo ad un tavolo e discuteremo del da farsi”.

La risposta definitiva su chi affiancherà Lance Stroll dovrebbe arrivare prima di Natale. Intanto, sebbene Kubica, 7° nel giorno due a Yas Marina, sembri  il favorito assoluto al sedile che era di Massa, non vanno dimenticate le candidature di Paul di Resta, Daniil Kvyat, Pascal Wehrlein e Sergey Sirotkin, convincente nel suo debutto con la FW40 questo mercoledì.

 

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori