CONDIVIDI
Ferrari (©Getty Images)

Grande lavoro della Ferrari sul tracciato della scuderia a Fiorano. Antonio Giovinazzi e Daniil Kvyat hanno coperto un totale di 242 tornate in due giorni per aiutare la Pirelli a sviluppare le nuove gomme da bagnato per il 2019.

Nello specifico, giovedì il pugliese ha completato 124 giri  perlopiù con coperture intermedie. I primi sono stati effettuati sull’asciutto per dare modo al pilota di conoscere la Rossa vincitrice dei GP d’Australia e Bahrain quest’anno e di adottare un set-up base, mentre solo successivamente l’impianto è stato bagnato con il sistema di irrigazione automatico, perla del circuito del Cavallino, condivisa soltanto dal Paul Ricard che ospiterà il Circus il prossimo giugno. Per il vice campione GP2 2016 ritmo abbastanza sostenuto e nessun particolare intoppo, non fosse per uno spin senza conseguenze che però gli ha fatto spegnere il motore.

Venerdì, invece è stato il turno del russo, per la prima volta al volante della vera SF71-H e non in versione simulatore. L’ex Toro Rosso e Red Bull ha lavorato su fondo inzuppato più volte e con pneumatici full wet dal disegno diverso rispetto a quello in uso. A proposito dell’illustre defenestrato dal gruppo energetico, un portavoce di Maranello ha escluso il possibile impegno del driver di Ufa in altre serie in cui è implicato il marchio in questo 2018. “Per ora è concentrato su quello che sta facendo”, il commento.

Intanto mentre i collaudatori giravano sotto la finta pioggia sui media circolava una presa di posizione importante da parte del boss non esecutivo Mercedes Niki Lauda a proposito del fumo proveniente dal box Ferrari ogni qualvolta viene accesa la macchina.

“Corriamo il rischio di soffocare”, ha denunciato. “La FIA dovrebbe indagare“. Ed infatti, detto fatto, la Federazione, un occhio l’ha gettato e tramite il direttore di gara Charlie Whting ha fatto sapere che non c’è nessuna irregolarità in termini di consumo di olio.”Sono sicuro che sapranno risolvere l’inconveniente”, ha tagliato corto il britannico.

Chiara Rainis

Google ha selezionato TuttomotoriWeb.com tra i siti accreditati per il servizio News. Seguici su Google News per restare aggiornato su tutte le notizie dal mondo dei motori