CONDIVIDI
Nico Rosberg (Getty Images)

Nico Rosberg ha lasciato la Formula 1 da vincente, con un titolo mondiale in tasca e tanti complimenti. Il pilota tedesco alla fine del 2016, infatti, dopo aver battuto il proprio compagno di squadra Lewis Hamilton ha annunciato di voler smettere con le corse. In questi mesi nonostante qualche voce sui giornali, l’ipotesi di un suo ipotetico ritorno è sempre sembrata remota.

Come riportato dal sito ufficiale Mercedes, Nico Rosberg ha così commentato la sua situazione attuale: “Come pilota non tornerò. Io però sono un essere umano e non dico la parola mai, non so cosa mi riserverà il futuro. In ogni caso mi piacerebbe restare nel motorsport. Ho avuto una grande carriera. La storia della Mercedes mi ha sempre affascinato”.

Rosberg avrebbe voluto correre con Senna e Prost

Il tedesco ha poi proseguito: “Ho guidato l’auto di Fangio del ’54 insieme a Schumacher. Per me è stato incredibile, i piloti all’epoca rischiavano la vita ogni weekend. Mi sarebbe piaciuto correre negli anni ’80 contro Prost e Senna. Da piccolo il mio eroe era Hakkinen, ma sono stato emozionato di correre con Schumi”.

Nico Rosberg si è poi molto soffermato sulla storia della Mercedes fatta di piloti eroici capaci di disputare gare che sono entrate nella storia del motorsport mondiale. L’ormai ex pilota non si è sottratto poi a qualche battuta sui suoi rapporti con Hamilton.

Parlando dei più grandi piloti della storia Mercedes, infatti, ha dichiarato: “Fangio, Caracciola, Moss, Hakkinen e il duo Rosberg-Hamilton. Questi due so che hanno anche litigato molto se le mie fonti sono vere”. Insomma a quanto pare l’ascia di guerra tra i due non sembra affatto seppellita.

Antonio Russo