CONDIVIDI
Valentino Rossi
Valentino Rossi (getty images)

Valentino Rossi approfitta della settimana di pausa prima del Gran Premio di MotoGP a Valencia, ultima gara del Motomondiale 2014, per distrarsi e dedicare un po’ di tempo ai suoi fan. Il campione di Tavullia dovrà amministrare al meglio la gara di Valencia per gestire i 12 punti di vantaggio dall’inseguitore Jorge Lorenzo e chiudere la stagione al secondo posto. Stavolta Valentino Rossi non risponde alle solite domande dei giornalisti, bensì a quelle dei suoi tifosi giunte da tutto il mondo, attraverso un video YouTube pubblicato sul canale ufficiale della Dainese.

Il ‘Dottore’ ha parlato di passato, presente e futuro, a cuore aperto, dicendosi pronto ad aprire le porte del Motor Ranch anche ai semplici appassionati di motociclismo in un futuro non molto lontano…

Video intervista del ‘Dottore’ per Dainese

Il 35enne campione della Movistar Yamaha ha elencato gli avversari più forti incontrati durante tutta la sua carriera, cominciando dai più recenti Marc Marquez e Jorge Lorenzo, fino agli ‘storici’ Casey Stoner, Sete Gibernau, Max Biaggi.

Valentino Rossi ha parlato anche del TT sull’Isola di Man, dicendosi attratto dal tracciato, ma i rischi sono troppi per tentare di gareggiare; ma anche della futura vita da pensionato, tra gare in auto, impegni con la VR46 Riders Academy e il team Sky VR46 in Moto3. I momenti più belli della sua carriera?

Valentino Rossi sembra non avere dubbi: la prima vittoria con la Yamaha (Welkom 2004); il successo di Laguna Seca del 2008 con il sorpasso a Casey Stoner al Cavatappi (“E’ stata la mia migliore battaglia”); il trionfo a Montmelò nel 2009 con un grande sorpasso ai danni di Jorge Lorenzo all’ultima curva; il primo trionfo in carriera al GP di Brno del 1997 e la vittoria del primo mondiale nel 1997.

Ma Valentino Rossi non dimentica di ‘omaggiare’ anche un altro rivale di tutto rispetto come Dani Pedrosa: “Credo che la prima battaglia con Dani Pedrosa risalga al 2006 a Brno, ero con la Yamaha Camel. Era la prima volta che Dani arrivò davanti e ricordo che dissi ‘Caspita questo ragazzo arriva dalla 250, adesso dobbiamo spiegargli cosa succede in Motogp!’. Con Stoner a Laguna Seca, con Jorge Lorenzo a Barcellona e quest’anno con Marc Marquez, ne ho avute molte di battaglie, ma la migliore per me rimane quella di Laguna del 2008″, ha confessato Valentino Rossi.

 

Infine un lungo elogio per l’attuale campione del mondo della Repsol Honda, quattro volte sul tetto del mondo, le ultime due nella massima serie… “Marc è un ragazzo sveglio, ha una grande passione per il motociclismo, ha seguito questo sport ancora prima di iniziare a correre e conosce tutti i piloti, quindi – ha concluso il pesarese – penso che ha studiato molto il modo per battere i suoi avversari”. E se la musica cambiasse nel 2015?