CONDIVIDI
Paolo Ciabatti (Getty Images)
Paolo Ciabatti (Getty Images)

 

 

Dal prossimo Mondiale Ducati scenderà in pista con ben sei moto, dato che la squadra spagnola Avintia Racing ha deciso di abbandonare i propulsori Kawasaki per adottare la Desmosedici GP14. Il team iberico avrà le ultime specifiche della moto Factory GP14 con cui quest’anno gareggiano Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow.

Paolo Ciabatti, responsabile Ducati MotoGP, in un’intervista a MCN ha spiegato nei dettagli l’accordo con Avintia: “La base delle moto per Avintia sarà di ultima generazione con specifica 2014 del nostro team ufficiale dopo l’evoluzione che arriverà a Indianapolis e Brno – ha specificato Ciabatti -. Si tratta di una buona opportunità per Ducati e per Avintia. Come abbiamo visto quest’anno, Yonny Hernandez è stato in grado di fare buone cose con la moto 2013, quindi la versione 2014 può andare ancora meglio. E a parte le moto – ha concluso -, in Avintia avranno due ingegneri in elettronica nel box a sorvegliare il lavoro sulla Desmosedici”.

 

 

Redazione